04/06/1983: il cielo è azzurro sopra Nantes! L’Italia batte la Spagna ed è campione d’Europa

30 anni fa, il 4 giugno 1983,la Nazionale maschile di basket a Nantes vinse il Campionato Europeo. Ci sono immagini indelebili che portiamo ancora dentro di quella vittoria costruita in crescendo. Immagini che appartengono sia alla storia del nostro sport, sia a quella nostra personale. Come il canestro sul “ferro e dentro” di Pierluigi Marzorati nella prima partita a Limoges, contro la Spagna che ci permise di vincere allo scadere; per non parlare della rissa contro la Yugoslavia, che andava evitata, però… fu utile. E chi non ricorda il bacio al pallone di Charlie Caglieris nella lunga corsa di gioia quando suonò la sirena di fine gara nella finale contro la Spagna. E poi la telecronaca della finale di Aldo Giordani, sorta di colonna sonora di quella vittoria con quella sua intervista al momento della vittoria, in diretta, ma lontano dalle telecamere, al presidente di allora, Enrico Vinci. La voce commossa di Vinci ancora ci intenerisce. Quella vittoria è una delle più belle della pallacanestro italiana e la FIP entro l’anno la festeggerà con i protagonisti in un incontro pubblico.

La squadra, guidata da Sandro Gamba, capì giorno dopo giorno la propria forza. Battemmo sul filo di lana la Spagna all’esordio e poi, senza problemi, di seguito la Svezia, la Grecia e la Francia nel girone di qualificazione. Poi fu la volta della Jugoslavia, meno forte, ma più cattiva. Soprattutto cattiva: finì in rissa dopo il calcio a tradimento di Dragan Kicanovic a Renato Villalta e tutti in campo a difendere il compagno, Gamba in testa. Forse non fu bello a vedersi, ma lo spirito di squadra ne beneficiò. Agevolmente vincemmo contro l’Olanda in semifinale e poi battendo la Spagna conquistato l’Oro e l’Europeo, per la prima volta.

I giocatori, lo staff e la delegazione
I giocatori: Charlie Caglieris, Alberto Tonut, Marco Bonamico, Enrico Gilardi, Roberto Brunamonti, Ario Costa, Renato Villalta, Dino Meneghin, Antonello Riva, Renzo Vecchiato, Pierluigi Marzorati, Meo Sacchetti.
Allenatore: Sandro Gamba. Assistenti: Riccardo Sales e Santi Puglisi.
Della delegazione italiana facevano parte il presidente FIP Enrico Vinci, il segretario generale Giovanni Petrucci, il responsabile delle Squadre Nazionali Cesare Rubini, il dirigente accompagnatore Duilio De Gobbis, il team manager Massimo Blasetti, il massofisioterapista Sandro Galleani, il medico Dima Ferrantelli.