05/04: il timeout “infame” di Webber, il primo cinese in NBA e Kidd supera Magic

1957 – Wilt Chamberlain stabilisce il record di 41 rimbalzi in una singola partita di playoff NBA. I suoi Philadelphia 76ers battono i Boston Celtics per 115-104. 

1981 – Protagonisti ancora i Sixers, che nella post season passano alla storia per le 20 stoppate rifilate ai Milwaukee Bucks, in occasione del match vinto per 125-122.

1984 – Kareem Abdul-Jabbar si impone come il miglior marcatore NBA di tutti i tempi, superando di un punto Wilt Chamberlain, fermo a quota 31.419.

1993 – Chris Webber prende uno degli abbagli più clamorosi della storia del basket. Finale NCAA, i suoi Michigan Wolverines sono sotto 73-71 a 11 secondi dalla fine, hanno la palla in mano, ma nessun timeout da poter chiamare. Webber non riesce a passare la palla a nessuno e, nonostante tutta la panchina gli gridasse “No timeout! No timeout!”, chiede la sospensione all’arbitro. Quest’ultimo, come da regolamento, gli rifila un tecnico ed i North Carolina Tar Heels conquistano il titolo.

2001 – Wang Zhizhi diventa il primo giocatore cinese a calcare un parquet della NBA, venendo impiegato dai Dallas Mavericks nel match vinto contro gli Atlanta Hawks. Wang mette a referto 6 punti e 3 rimbalzi in 8 minuti di gioco.

2009 – Jason Kidd stabilisce diversi record in una sola notte: quello per gli assist nel primo tempo (16) e nei 48’ complessivi (20, entrambi record di franchigia), sorpassando Magic Johnson (10.141) e diventando così il terzo miglior passatore della storia della NBA con 10.148 assist.

FOTO: Chris Webber al termine del match con i Tar Heels // espn.go.com