07/04: Rockets imbattuti nella Division, 56 punti di Malone, 19 assist di Cousy e 13 stoppate di Bradley

1956 – I Philadelphia Warriors, grazie ad un infallibile Paul Arizin, liquida Fort Wayne Pistons per 4-1 e si aggiudica il decimo titolo della storia NBA. Arizin chiude i playoff con 28,9 punti di media, mentre il suo compagno Neil Johnston con 14,3 rimbalzi.

1959 – Il playmaker Bob Cousy smazza 19 assist, raggiungendo il record nei playoff NBA, ed i suoi Boston Celtics battono Minneapolis per 123-110.

1969 – I Milwaukee Bucks scelgono Kareem Abdul-Jabbar con la numero uno al Draft NBA.

1977 – Dopo una vittoria per 100-114 contro i New York Knicks al Madison Square Garden, Don Buse termina la stagione con 8,5 assist e 3,5 rubate di media a partita, confermandosi così per il secondo anno consecutivo il migliore in entrambe le voci.

1998 – Karl Malone segna 56 punti nella vittoria dei suoi Utah Jazz contro i Golden State Warriors, mentre Shawn Bradley rifila 13 stoppate: i Dallas Mavericks, però, cadono per 99-91 contro i Portland Trail Blazers.

2001 – Gli Houston Rockets battono 110-97 gli Atlanta Hawks e terminano imbattuti la propria Division. I Rockets, infatti, hanno vinto tutte le 16 sfide con le squadre della Central Division, impresa che non riusciva dai tempi dei Los Angeles Lakers 1982-83.

FOTO: Karl Malone // smokingsection.uproxx.com