11/06/1993: Jordan, Barkley e uno dei duelli più epici nella storia delle Finals

11 giugno 1993. I Bulls espugnano Phoenix per 111-108 e si portano sul 2-0 nella serie che assegna il titolo NBA. Non era mai successo che una squadra perdesse le prime due partite in casa e quelle vittorie all’America West Arena non fanno altro che avvicinare Chicago allo storico three-peat, che non si verificava dalla dinastia dei Celtics negli anni ’60.

Ma in questo caso i Bulls devono dare l’onore delle armi ai Suns, ed in particolare a Charles Barkley, autore di un duello epico con Michael Jordan. Alla fine, però, ci ha pensato “His Airness” ad inchiodare Phoenix sul 2-0 con uno strepitoso ultimo quarto. Jordan ha sfiorato la tripla-doppia con 42 punti, 12 rimbalzi e 9 assist, mentre Barkley ha chiuso con 42 punti e 13 rimbalzi, arrivando però esausto ed in cattive condizioni all’ultimo quarto per via di una brutta caduta nella frazione precedente che gli aveva creato problemi al gomito destro. Charles, infatti, è partito a razzo segnando 35 punti nei primi tre quarti, ma nell’ultimo ha dovuto cedere le luci della ribalta a Michael, che con 10 punti consecutivi nei minuti finali ha permesso ai suoi Bulls di mettere già una mano sul titolo NBA.

Così hanno commentato quel bellissimo duello i coach delle due squadre: “Ero semplicemente in soggezione guardando Barkley e Jordan – ha detto Westphal – Entrambi hanno giocato alla grande e Charles ha dato tutto quello che aveva in corpo. Non c’era alcun motivo per dare addosso alla mia squadra, aveva giocato al massimo e perso una grande partita di basket”. “E’ stata una delle più belle battaglie di tutti i tempi – ha aggiunto Jackson – E’ stata davvero una sfida di volontà tra due grandi giocatori, ma era troppo chiedere a Barkley di caricarsi per tutta la partita la squadra sulle spalle”.