12/06/2002: i Lakers di Kobe e Shaq diventano leggenda centrando il three-peat!

12 giugno 2002, i Lakers di Kobe e Shaq entrano nella storia della NBA, centrando un three-peat che permette loro di affermarsi come una delle squadre più forti di sempre. Los Angeles ci aveva già provato alla fine degli anni ’80, quando nel 1988 vinse il suo secondo titolo consecutivo: sulla strada verso il terzo, però, si mise la dea bendata, che privò i gialloviola di giocatori fondamentali come Magic Johnson e Byron Scott, le cui assenze permisero ai Detroit Pistons di laurearsi campioni NBA.

All’inizio degli anni 2000, però, LA ha un’altra chance: quelli sono gli anni di Kobe e Shaq, che dopo essersi messi al dito due anelli in fila, non hanno alcuna intenzione di fermarsi. Dopo aver vinto la finale di Conference in un’epica gara 7 con i Sacramento Kings, i Lakers si ritrovano di fronte i New Jersey Nets: i gialloviola si dimostrano di un altro livello e spazzano via gli avversari con un perentorio 4-0. E’ il primo titolo degli 11 della sua storia che LA conquista senza perdere nemmeno una partita nelle Finals, ma soprattutto è il terzo consecutivo: il three-peat in precedenza era riuscito solo ai Minneapolis Lakers, ai Boston Celtics ed ai Chicago Bulls. Il 12 giugno 2002 si gioca la decisiva gara 4, che la truppa di Phil Jackson vince per 113-107 grazie ad una prestazione maiuscola di Shaquille O’Neal (34 punti), che conquista meritatamente il premio di MVP.