14/03: 28 assist di Rodgers, i record di Chamberlain e del “giramondo” Higgins

Accadeva il...1953 – Walter Dukes segna 21 punti e strappa 20 rimbalzi, conducendo Seton Hall alla vittoria per 58-46 su St. John’s nella finale del National Invitation Tournament (NIT), svolto al Madison Square Garden. Dukes detiene il record collegiale di rimbalzi in una sola stagione (743), che è ancora imbattuto.

1954 – I Baltimore Bullets perdono 65-54 a Milwaukee, allungando la striscia negativa a 20 sconfitte consecutive: sono l’unica squadra della storia della NBA a non aver vinto nemmeno una gara in trasferta in un’intera stagione.

1960 – Il rookie Wilt Chamberlain con 53 punti fissa il nuovo record nei Playoff NBA: grazie alla sua prestazione, i Philadelphia Warriors battono 132-112 Syracuse e volano in finale dell’Eastern Division.

1962 – Nella vittoria per 119-115 all’overtime contro Chicago, Wilt Chamberlain chiude la stagione regolare da record con 50.4 punti in 48.5 minuti di media, diventano il primo giocatore della NBA a segnare almeno 4.000 punti in un anno.

1963 – Guy Rodgers dei San Francisco Warriors smazza 28 assist, eguagliando il record id Bob Cousy. Il suo record non verrà superato prima di 15 anni.

1965 – I Boston Celtics diventano la prima squadra NBA a raggiungere 61 vittorie in una stagione, grazie al 106-98 contro San Francisco.

1981 – Arkansas elimina i campioni uscenti di Louisville nel secondo round del torneo. U.S. Reed lascia partire il tiro della disperazione da centrocampo: palla nel cesto e vittoria per 74-73.

1986 -Rod Higgins diventa il primo giocatore nella storia NBA a giocare per quattro squadre diverse nella stessa stagione. Partito da Seattle, ha girato San Antonio e New Jersey, salvo poi atterrare a Chicago.

1998 – La squadra femminile dell’università di Harvard entra nella storia, diventando la prima #16 a battere la #1 nel Torneo NCAA. Le ragazze di Harvard espugnarono il campo di Stanford con il punteggio di 71-67.