14/05/1997: Knicks ed Heat danno vita ad una delle più dure risse della storia NBA

1972 – I Cincinnati Royals si spostano ad Ovest e si trasformano nei Kansas City-Omaha Kings. Quest’ultimi sono gli antenati degli attuali Sacramento Kings.

1981 – Larry Bird e Cornbread Maxwell guidano i Boston Celtics al titolo NBA, battendo nella gara decisiva gli Houston Rockets per 102-91. E’ il primo titolo dei verdi in cinque anni.

1997 – I playoffs NBA sono sempre stati spettacolari anche per il gioco duro che li contraddistingue, ma quella che è andata in scena il 17 maggio del 1997 in occasione di gara 5 tra Knicks e Heat è stata una vera e propria rissa da strada. A 2’ minuti dal termine del match, Tim Hardaway stava tirando il secondo libero, a quel punto Charlie Ward (Knicks) ha iniziato a tagliar fuori in modo non proprio corretto PJ Brown (Heat), che per risposta ha preso l’avversario e l’ha scaraventato fuori dal campo. A quel punto il primo ad intervenire in difesa di Ward è stato John Wallace e la mischia ha preso il via. Ci sono voluti diversi minuti per ristabilire la campa: nonostante il gesto più grave sia stato compiuto da Brown, alla fine a pagare a carissimo prezzo la rissa sono stati i Knicks. New York, infatti, subì la squalifica di ben 5 giocatori, tra cui la stella Patrick Ewing, e perse le due partite seguenti e la serie per 4-3.