15/03: il dramma di Stokes, l’espulsione di Wilt e la maledizione all’OT dei Warriors

1958 – La stella dei Cincinnati Royals, Maurice Stokes, collassa al termine di una partita di playoff e cade in coma. Gli viene diagnosticato un “infortunio” al cervello che danneggia le sue capacità motorie. Rimane paralizzato e muore 12 anni dopo.

1967 – Norm Drucker fischia due falli tecnici a Wilt Chamberlain. E’ la prima volta in assoluto che un arbitro NBA ha il coraggio di espellere la stella dei Philadelphia da una partita.

1981 – I Golden State Warriors perdono la loro decima partita consecutiva all’overtime, stabilendo un nuovo record NBA. Da allora, solo due squadre sono riuscite ad emulare i Warriors: gli Hawks tra il 2002 ed il 2005 ed i Timberwolves tra il 19992 ed il 1995.

1997 – North Carolina batte nettamente per 73-56 Colorado, regalando a Dean Smith la sua 877esima vittoria in carriera. Il coach sorpassa così il leggendario Adolph Rupp.

2007 – Virginia Commonwealth mette a segno uno dei più importanti upset del torneo NCAA, mettendo ko una delle favorite: Duke è costretta alla sconfitta per 79-77.