24/06/1992: Shaq sbarca nella NBA, i Magic lo scelgono con la n.1

Il 24 maggio 1992 è una data che ogni appassionato che si rispetti deve conoscere: esattamente 21 anni fa, infatti, entrava nel mondo della NBA uno dei giocatori più dominante di sempre. Ovviamente stiamo parlando di Shaquille O’Neal, uno che nella sua carriera può vantare vittorie e riconoscimenti non da poco: Rookie of the Year 1993, 15 volte All-Star, 4 volte campione NBA, 3 volte MVP delle Finals, giusto per citare i più importanti.

Ma torniamo al Draft: in quell’occasione Shaq è stato la prima scelta assoluta degli Orlando Magic, che gli hanno dato la possibilità di mostrare le sue doti atletiche fuori dal comune e di imporsi subito come un giocatore in grado di spostare gli equilibri. Prima del Draft 1992, O’Neal ha vissuto una carriera universitaria di primissimo livello. Nel 1989 è iniziata la sua storia d’amore con i Tigers: a LSU in teoria sarebbe dovuto essere il terzo violino, dato che in squadra c’erano già stelle del college basketball come Stanley Roberts e Chris Jackson, ma nel suo anno da freshman ha fatto registrare cifre di tutto rispetto (13.9 punti e 12 rimbalzi di media), vincendo anche la classifica di rimbalzi della SEC.

E’ nella stagione da sophomore che Shaq si è trasformato in un giocatore devastante, quasi illegale per la NCAA: il 18 dicembre 1990 ha segnato la bellezza di 53 punti contro Arkansas State, chiudendo la stagione con 27.6 punti, 14.7 rimbalzi ed il 62.8% dal campo, aggiudicandosi il primato nei rimbalzi nell’intera Division I e vincendo il premio di giocatore dell’anno. Nel terzo anno le sue medie si sono confermate su livelli di eccellenza, nonostante le difese avversarie lo raddoppiassero sistematicamente, utilizzando metodi spesso anche oltre i limiti del regolamento: Shaq, infatti, ha messo a referto 24.1 punti, 14 rimbalzi ed il 61.5% dal campo.

Durante la semifinale del torneo SEC, però, ha perso le staffe quando il centro di Tennessee, Carlus Grover, lo ha “cinturato” da dietro mentre stava schiacciando, rischiando di fargli male sul serio. A quel punto è esplosa una mezza rissa e O’Neal non solo è stato espulso, ma anche squalificato per la finale con Kentucky. Quell’episodio è stato decisivo per fargli rinunciare all’ultimo anno di università e presentarsi al Draft, dove i Magic lo hanno scelto con la n.1, facendogli firmare un contratto di 7 anni da 41 milioni di dollari.