25/06/1999: il game winner di Johnson vale il primo titolo degli Spurs! Duncan MVP

25 giugno 1999. Gli Spurs espugnano il Madison Square Garden e conquistano il primo titolo NBA della loro storia. E lo fanno nel modo più bello possibile, ovvero con un game winner di Avery Johnson a 47 secondi dal termine che è valso il 78-77 con cui è terminato il match. Dopo quel canestro, San Antonio è stata semplicemente perfetta, non permettendo ai Knicks né di andare a bersaglio né di conquistarsi un fallo prezioso, diventando così la prima squadra ex ABA a vincere il titolo NBA.

Prima della stagione 1998-99, gli Spurs non erano mai andati oltre la finale di Conference in 44 anni di storia, ed una volta approdati alle Finals gli dei del basket li hanno sicuramente assistiti, dato che si sono ritrovati di fronte a dei Knicks privi di Patrick Ewing, un giocatore di una certa rilevanza, giusto per utilizzare un eufemismo. In quella storica gara 5 del 25 giugno, New York ha fatto di tutto per provare a riaprire la serie: nell’ultimo quarto si è affidata ad un fantastico Latrell Sprewell, che con 10 punti in fila ha portato i suoi avanti 77-75 a 3’ dalla fine.

I Knicks, però, non riusciranno a fare nemmeno più un punto: ed ecco che nei secondi finali entra di scena Johnson, conosciuto come “il piccolo generale” per via della sua leadership all’interno della squadra. Il playmaker degli Spurs ha un jumper tutt’altro che infallibile, ed infatti New York decide di lasciargli lo spazio per il tiro, evitando che il pallone arrivi ad una delle stelle texane: Johnson però infila il canestro dalla media ed il resto lo fa la difesa di San Antonio. Quello non è stato solo il primo titolo degli Spurs, ma anche delle “Twin Towers”: stiamo parlando ovviamente di David Robinson e Tim Duncan, il quale alla sua seconda stagione diventa già determinante per i texani, tanto da essere eletto MVP delle Final grazie ai 27.4 punti e 14 rimbalzi di media durante i playoffs.