Accadeva il 26 aprile: il primo afro americano in NBA tagliato senza giocare, l’impresa dei Nets

26 aprile 1950 – Harold Hunter firma un contratto con i Capitols Washington. E’ il primo afro americano ad essere messo sotto contratto da una squadra NBA: tuttavia, non giocherà mai una partita e verrà tagliato durante il training camp.

26 aprile 1972 – Bill Bradley ha infilato 11 dei suoi 12 tiri dal campo, trascinando i Knicks al netto successo per 114-92 sui Lakers, nella gara d’apertura delle Finals NBA. Quella, però, è stata l’unica vittoria di New York, dato che poi Los Angeles ha vinto il titolo in cinque partite.

26 aprile 1984 – I New Jersey Nets compiono una vera e propria impresa sportiva, buttando fuori dai playoff al primo turno i favoritissimi Philadelphia 76ers. La serie si conclude con un perentorio 4-1: nella decisiva gara 5 i Nets espugnano il campo nemico con il punteggio di 101-98.

26 aprile 1985 – Mark Eaton ha stabilito il record di stoppate in una partita di playoffs, bloccando 10 tiri degli avversari nella sconfitta dei Jazz per 96-94 contro i Rockets. Proprio un giocatore di quest’ultimi, Hakeem Olajuwon, eguaglierà poi questo record il 29 aprile 1990. 

26 aprile 1988 – La NBA decide di aggiungere un arbitro in più: nasce così la terna arbitrale, che diventerà effettiva dalla stagione 1988-1989.