Accadeva il...

Accadeva il 1/11/1946: la prima partita della storia NBA e la strana promozione di Toronto

ossie2

Esattamente 70 anni fa, il 1 novembre del 1946, Toronto ha ospitato la prima vera partita nella storia della NBA, con gli Huskies che hanno dovuto cedere il passo per 68-66 contro i New York Knicks. La partita attirò 7.090 spettatori, un’ottima cornice di pubblico, se si considera che in Canada l’hockey era lo sport di punta ed il basket era ancora poco conosciuto a quei tempi.

D’altronde pensate che neanche a NY c’era grande entusiasmo per la franchigia NBA, dato che in città regnava sempre la pallacanestro collegale, con le squadre di CCNY, LIU e NYU che attiravano la maggior parte delle attenzioni degli appassionati. Anche se le cose sono iniziate a cambiare quando i Knicks hanno battuto in uno scrimmage la selezione collegiale, ottenendo una certa notorietà sui giornali, ma soprattutto rispetto in vista dell’inizio della stagione.

Altro aneddoto interessante è quello verificatosi alla frontiera canadese: vedendo persone dal fisico imponente, un adetto si insospettì non poco, e quando apprese che aveva dinanzi giocatori di pallacanestro, rimase piuttosto spiazzato, probabilmente perché non aveva mai sentito parlare dei Knicks e soprattutto del basket professionistico. Non solo, si lanciò anche in una previsione: “Non credo che in molti capiranno o saranno interessati al vostro gioco”. Per fortuna non è andata così, dato che oggi la NBA è di gran lunga il secondo sport più seguito e più importante a livello di budget negli Stati Uniti, dietro solo al football americano.

Curioso notare il modico prezzo dei biglietti: li si poteva acquistare per un prezzo che viaggiava tra i 75 centesimi ed i 2 dollari e 50, una miseria praticamente. E non è tutto, perché gli Huskies per l’occasione idearono una campagna marketing piuttosto bizzarra: le persone più alte di George Nostrand, giocatore di 203 centimetri della squadra di casa, avevano la facoltà di entrare gratuitamente all’interno del palazzo per assistere alla prima partita della NBA.