Accadeva il...

Accadeva il 15/01/2002: Allen Iverson segna 58 punti in risposta a Kobe Bryant

“Kobe Bryant ne ha messi 56 la scorsa notte? Vedo i suoi punti e rilancio di due”. 24 ore dopo che il fenomeno gialloviola aveva attirato su di sé tutte le attenzioni mediatiche e degli appassionati per aver realizzato 56 punti in soli tre quarti, Allen Iverson decise di rispondergli con una prestazione non da meno: career-high di 58 punti, il massimo fatto registrare contro Houston e negli ultimi due anni di NBA, e vittoria dei Sixers ai supplementari per 112-106 sui Rockets, con la quarta miglior prestazione realizzativa nella storia dei Sixers.

“Immaginavo che dopo i 56 di Kobe, Allen avrebbe cercato di disputare una partita memorabile – ha commentato allora coach Larry Brown – E’ stato incredibile, ha preso pochissimi tiri forzati, nessuno nei momenti cruciali. Fenomeno vero”. Già nel primo tempo era intuibile che The Answer si stava preparando a fare qualcosa di speciale: realizzò 20 punti nei primi due quarti, 17 nel terzo, 14 nel quarto e 7 nell’overtime. Ma è soprattutto il modo e i momenti in cui li realizzò a rendere la sua prova di quel 15 gennaio del 2002 così indimenticabile: tanti suoi canestri sono arrivati in “clutch situation”, e neanche il sistematico raddoppio operato dalla difesa avversaria è bastato a fermarlo.

E così Iverson chiuse quella notte di 14 anni fa con 58 punti, 21/42 dal campo, 2/3 da oltre l’arco e 14/14 dalla lunetta: al di là delle statistiche, l’atmosfera, le emozioni e le sensazioni che trasmise furono uniche, l’Arena di Philadelphia sembrava il suo parco giochi e nessun avversario poteva anche solo pensare di uscire con la vittoria. Purtroppo non ci sono in circolazione highlights di quella partita, ma su Youtube è disponibile l’incontro completo (qui sotto trovate la prima parte, in automatico partiranno tutte le altre).