Accadeva il 16 maggio: il rookie Magic Johnson fa vincere il titolo ai Lakers giocando da centro!

Esattamente 35 anni fa Magic Johnson, nel suo anno da rookie, ha giocato la partita più importante della stagione 1979-80 dei Lakers partendo da centro. Con Kareem Abdul-Jabbar costretto ai box a causa di un infortunio, i Lakers sono andati a Philadelphia per gara 6: per gli addetti ai lavori i gialloviola erano destinati a prendere un’imbarcata e dovevano solo sperare in gara 7 tra le mura amiche per vincere l’anello.

Magic, però, aveva altri piani. Partendo nella posizione di centro, Johnson ha giocato 47 dei 48 minuti disponibili ed ha firmato una delle più incredibili prestazioni della storia NBA, mettendo a referto 42 punti, 15 rimbalzi e 7 assist, tutto ciò impreziosito dal 14/14 dalla linea della carità. A dir la verità, la stella dei Lakers non ha giocato l’intera partita da centro, ma ha ricoperto praticamente tutti i ruoli, arrivando anche a segnare un gancione in pieno stile Abdul-Jabbar. Cosa più importante, non ha fatto rimpiangere l’assenza di Kareem, sfruttando la sua grande propensione a rimbalzo per dominare sotto i tabelloni.

Morale della favola: la sua prestazione a tutto tondo ha permesso a Los Angeles di imporsi per 123-107 e di vincere l’anello, nonostante lo sfavore dei pronostici. Il risultato finale forse non indica bene quanto sia stato importante Johnson: a 5’ dalla fine, i Lakers erano avanti solo di 2 punti, poi però Magic ne ha firmati in fila e per i Sixers è calata la notte. Se a ciò si aggiunge il fatto che si trattava di una gara decisiva per il titolo, che Johnson era al suo primo anno in NBA e che non aveva mai ricoperto il ruolo di centro nel corso dell’intera stagione, si capisce perfettamente perché questa è considerata una delle prestazioni individuali più memorabili della storia del basket.