Accadeva il...

Accadeva il 17/11/2000: la quadrupla-doppia di Jason Kidd con il record di turnovers

jason-kidd-afterburner

Jason Kidd è senza ombra di dubbio uno dei migliori giocatori che abbiano mai calcato i parquet della NBA ed è destinato a farsi un nome anche da allenatore. Dopo l’anno alla guida dei Nets, in cui ha imparato tanto e dato altrettanto, avendo portato fino alla semifinale playoffs una franchigia che non poteva ambire di certo al titolo, nel corso dell’estate è passato sulla panchina dei giovani e promettenti Bucks, che in questo momento sono in piena zona playoffs, grazie ad una pallacanestro bella da vedere e anche efficace, basata soprattutto su una gran dose di energia.

Facciamo un passo indietro, però, e torniamo a parlare della sua carriera: inutile stare qui a dilungarci sulle sue qualità tecniche, mentali e caratteriali, avete potuto ammirarle tutti. Ma Kidd era anche una vera e propria macchina di triple-doppie: ne ha fatte registrare 107 in 1264 partite, è il terzo miglior giocatore in questa speciale classifica, il primo se si considerano “solo” gli ultimi trent’anni. Esattamente 16 anni fa, il 17 novembre del 2000, Jason ha firmato una tripla-doppia delle sue: 18 punti, 12 rimbalzi e 10 assist, che però non bastarono ai suoi Phoenix Suns, che persero per 90-85 contro i New York Knicks.

Nulla di strano, se non fosse che da molti appassionati quella partita è ricordata per quadrupla-doppia “ufficiosa” di Kidd, e di certo poco lusinghiera, dato che perse la bellezza di 14 palloni. Ciò rappresentava un record: in passato solo John Drew, giocatore degli Atlanta Hawks, era riuscito a commettere 14 turnovers, curiosamente contro New Jersey, il 1 marzo del 1978. Tra l’altro, Jason al termine dell’incontro si lamentò senza mezzi termini dell’arbitraggio, che a suo modo di vedere aveva tutelato molto i Knicks rispetto ai suoi Suns. Purtroppo stavolta non siamo riusciti a trovare le immagini, quindi per questa volta dovrete accontentarvi di un “accadeva il” solo testuale.