Accadeva il 18 febbraio: la seconda quadrupla-doppia della storia, l’inarrestabile duo Jordan-Pippen

18 febbraio 1961 – Bob Petit segna 57 punti, il massimo nella sua splendida carriera, nella vittoria di St. Louis sui Pistons per 141-138.

18 febbraio 1964 – Wilt Chamberlain mette a referto 52 punti contro Detroit, facendo registrare la sua seconda partita consecutiva con almeno 50 punti.

18 febbraio 1972 – Randy Smith ha giocato la prima di quella che sarebbe diventata la striscia record di 906 partite consecutive in un arco di 11 anni. Il primato del giocatore di Buffalo è stato poi aggiornato da A.C. Green, che con i Mavericks disputò la sua 907esima gara in fila il 20 novembre del 1997.

18 febbraio 1986 – Nel successo degli Spurs per 120-114 sui Suns, Alvin Robertson ha firmato la seconda quadrupla doppia (la prima è di Nate Thurmond, ndr) della storia della NBA. Quel giorno mise a referto 20 punti, 10 rimbalzi, 10 assist e 10 palle rubate. In seguito l’impresa è riuscita solo ad Hakeem Olajuwon e a David Robinson.

18 febbraio 1995 – John Stockton è diventata la prima guardia della NBA a raggiungere il traguardo dei 10.000 assist in carriera grazie ai 15 smazzati nella vittoria dei Jazz per 108-98 sui Celtics.

18 febbraio 1996 – Michael Jordan ha segnato 44 punti ed il suo compagno Scottie Pippen ne ha aggiunti 40 nella vittoria dei Bulls ad Indiana, diventando così la nona coppia (solo la sesta in una partita non terminata all’overtime, ndr) a segnare 40 o più punti nello stesso incontro.