Accadeva il...

Accadeva il 20/01/1892: la prima partita di basket della storia termina…1-0!

A differenza di altri sport che richiedono obbligatoriamente persone ed un equipaggiamento degno di un esercito militare, la pallacanestro richiede solo una palla e la volontà di giocare.

Un qualcosa di simile al basket possiamo trovarlo già nella cultura degli aztechi e dei maya, i quali, però, al posto di una palla di gomma usavano le teste decapitate dei loro nemici. La prima vera partita di pallacanestro, più o meno come la intendiamo noi, risale al 20 gennaio del 1892. Ci troviamo a Springfield, in Massachussets. Si testa il nuovo gioco di James Naismith, basato sul posizionare due cesti ad un’altezza di circa tre metri e sui seguenti cinque principi fondamentali, inseriti all’interno di tredici regole:
1) Il gioco è praticato con un pallone rotondo, che può essere toccato esclusivamente con le mani.
2) Non è permesso camminare con il pallone fra le mani.
3) I giocatori possono posizionarsi in qualsiasi posizione essi preferiscano, nel corso del gioco.
4) Non è consentito alcun contatto fisico tra i giocatori.
5) Il “goal” è posizionato orizzontalmente, in alto.

La maggior parte di questi principi sono validi ancora oggi, mentre altri sono cambiati ed altri ancora sono stati inseriti. Delle tredici regole iniziali, nove sono state modificate e conservate nel basket moderno, le altre sono scomparse. La prima partita consisteva in due squadre da nove giocatori ciascuna e nell’utilizzo di un pallone da calcio, dato che né Naismith né la YMCA avevano i soldi necessari per far disegnare e realizzare un nuovo pallone. Il concetto del basket sicuramente doveva essere estraneo alle 18 persone che scesero in campo alla palestra dello Springfield College, dato che la partita, dalla durata di 30 minuti, terminò con il punteggio calcistico di 1-0. Verso la metà dell’incontro, William R. Chase infilò il pallone nel cesto, diventando così il primo giocatore della storia a segnare in una partita di pallacanestro. Ed è stato proprio durante questa partita che qualcuno ha suggerito il nome “basket” a questo nuovo sport.

La popolarità del gioco è cresciuta nel giro di pochi anni e sono sorte in poco tempo diverse strutture, soprattutto nel Nord degli USA e nel Sud del Canada, per ospitare i giocatori. Anche se nel primo decennio la maggior parte dei centri YMCA vietò il basket perché considerato troppo ruvido. Ma ciò non ha arrestato la crescita e la diffusione della pallacanestro, soprattutto grazie alla nascita di alcune leghe come l’Amateur Athletic Union e l’Intercollegiate Athletic Association.