Accadeva il...

Accadeva il 2/02/2009: l’onnipotenza di Kobe, 61 punti a NY segnando in tutti i modi

In isolamento: 16 punti.
In uscita dai blocchi: 9 punti.
In situazione di spot up: 6 punti.
In situazione di pick and roll: 4 punti.
In transizione: 4 punti.
In ricezione sul taglio: 2 punti.

Il 2 febbraio 2009, Kobe Bryant mostrava al mondo intero che la frase “fare canestro in qualsiasi modo” non è un solo modo di dire, ma che può essere concretizzata nella realtà. Sì, perché come potete vedere dall’elenco iniziale, in quella notte il #24 dei Lakers trovò il fondo della retina nei più svariati modi, confermando ancora una volta di essere uno degli attaccanti più letali e completi nella storia della NBA. E anche uno dei più folli ed egocentrici, perché bisogna per forza esserlo per prendersi così tanti tiri e di conseguenza segnare così tanti punti in una partita della lega di oggi.

Più precisamente, Kobe ne segnò 61, demolendo così i Knicks e stabilendo il record realizzativo al Madison Square Garden, poi battuto solo dal padrone di casa Carmelo Anthony. Fin dal primo quarto si era intuito che sarebbe stata una serata speciale: ha esordito con 18 punti e ne ha messi altri 16 nel secondo, addirittura 9 in soli 75 secondi, permettendo così ai Lakers di andare all’intervallo avanti per 65-54. Nel terzo ha superato quota 40 partecipando ad un parziale di 15-4 che ha sostanzialmente ammazzato la partita, dopodiché Bryant ha fatto la storia: al Garden l’avversario che aveva segnato più punti era stato Michael Jordan (55), ma è stato superato a 4‘ dal termine, dopodiché anche i 60 di Bernard King sono caduti, grazie ai liberi realizzati con 2’33‘‘ sul cronometro.

A quel punto, il pubblico della Grande Mela si è tutto alzato in piedi per omaggiare l’incredibile prestazione di un avversario formidabile che, pur avendo sconfitto i padroni di casa con il punteggio di 126-117, ha avuto il merito di offrire un grande spettacolo. Alla fine Kobe ha chiuso con un ottimo 19/31 dal campo e la perfezione assoluta dalla lunetta (20/20).