Accadeva il 25/01/1986: le 15 stoppate di Manute Bol, solo Elmore Smith meglio di lui

Esattamente 28 anni fa, il 25 gennaio del 1986, Manute Bol scrisse una bella pagina della storia della NBA, rifilando 15 stoppate agli avversari nella vittoria dei Bullets per 111-103 sugli Hawks. Solo Elmore Smith nel 1973 era riuscito a fermare più tiri (17) del centro di 231 centimetri scomparso purtroppo quattro anni fa.

Manute Bol a suo tempo è stato il più alto atleta ad essere mai sceso in campo in una partita NBA ed ha firmato diverse imprese memorabili a partire dal suo anno da rookie, in cui mise a referto la bellezza di 397 stoppate in 80 partite, record assoluto per un giocatore al primo anno. Ovviamente il suo apporto non è mai andato oltre alla difesa, anche perché in attacco non possedeva la tecnica e neanche il fisico necessari per essere molto pericoloso, in quanto pativa notevolmente la stazza dei lunghi avversari, che erano più bassi ma molto più robusti. Non a caso ai Warriors Don Nelson provò a trasformarlo in un lungo perimetrale: esperimento che ebbe poco successo, ma comune Bol ce la mise tutta e arrivò a segnare addirittura sei triple in una sola partita. Insomma, Manute sarà anche stato un giocatore monodimensionale, ma quel poco che sapeva fare, lo faceva divinamente: ancora oggi è secondo di sempre per la media di stoppate a partita (3.3 in 624 apparizioni), mentre le sue 15 stoppate in un solo incontro sono state eguagliate solo da Shaquille O’Neal nel 1993.

Partendo proprio da quei 15 tiri bloccati da Manute Bol esattamente 28 anni fa, andiamo a vedere cinque giocatori nella storia della NBA che hanno messo a referto almeno 13 stoppate in una singola partita, tendendo ovviamente conto del fatto che questa voce statistica è comparsa solo nel 1973-74, quindi gente come Chamberlain e Russell non possono essere inclusi nella lista.

1 – ELMORE SMITH, 17
Il 28 ottobre 1973 il giocatore dei Lakers ha inflitto 17 stoppate ai poveri Blazers: appartiene a lui il record NBA per il maggior numero di tiri bloccati in una sola partita, fatto registrare proprio nella prima stagione in cui la lega ha deciso di inserire questa statistica. Ma non è tutto, perché nella stessa partita il centro gialloviola stabilì anche il primato di stoppate in un tempo di gioco (11) ed ha poi chiuso con una tripla-doppia condita da 12 punti, 16 rimbalzi ed appunto 17 stoppate.

2 – MANUTE BOL, 15 (DUE VOLTE)
Bloccare tiri per uno alto 231 centimetri non deve essere molto difficile, non a caso ha realizzato più stoppate che punti nella sua carriera (3.3 contro 2.6 di media), ma comunque ci vuole una certa abilità ed un certo istinto per bloccarne 15 in una partita. Anzi, Bol ha fatto ciò per ben due volte, entrambe con la canotta dei Washington Bullets. Della prima volta abbiamo già parlato più sopra, mentre la seconda avvenne il 26 febbraio del 1987: contro i Pacers, Manute realizzò addirittura una tripla-doppia da 10 punti, 19 rimbalzi e 15 stoppate.

3 – SHAQUILLE O’NEAL, 15
Il 20 novembre del 1993 Shaq ha fatto qualcosa di incredibile, trascinando letteralmente i suoi Magic alla vittoria con una prestazione monstre da 24 punti, 28 rimbalzi e 15 stoppate. Nonostante un Armen Gilliam in gran spolvero per i Nets, nell’ultimo quarto O’Neal ha firmato altre tre stoppate, risultate fondamentali per il risultato finale di 87-85 in favore di Orlando.

4 – MARK EATON, 14 (DUE VOLTE)
Non poteva mancare uno dei più grandi stoppatori della storia della NBA, che non a caso ha vinto la speciale classifica per ben quattro volte. Il 18 gennaio del 1985 ha messo a referto 14 tiri bloccati contro i Blazers, chiudendo addirittura in tripla-doppia, mentre il 18 febbraio del 1989 si è ripetuto contro gli Spurs.

5 – RALPH SAMPSON, 13
Soprattutto a causa di diversi infortuni, non è mai riuscito a rispettare le grandi aspettative che si nutrivano su di lui. Certo, nei suoi primi tre anni nella NBA ha viaggiato a cifre spaventose (20.7 punti e 10.9 rimbalzi), ma poi gli infortuni hanno avuto la meglio su di lui. Il 9 dicembre del 1983 si è tolto la soddisfazione di completare una tripla-doppia da 28 punti e 18 rimbalzi con ben 13 stoppate, fatte registrare in una vittoria all’overtime per 115-112 dei Rockets sui Bulls.