Accadeva il 5 aprile: il primo cinese in NBA, il miglior marcatore di tutti i tempi

5 aprile 1967 – Wilt Chamberlain ha stabilito un nuovo record assoluto nei playoffs NBA, strappando un numero incredibile di 41 rimbalzi nella vittoria dei suoi Philadelphia Sixers per 115-104 sui Boston Celtics.

5 aprile 1981 – Per rimanere in tema di post-season, i Philadelphia Sixers hanno aggiornato i libri di storia della lega, mettendo a referto la bellezza di 20 stoppate nel successo con il punteggio di 125-122 contro i Milwaukee Bucks, in gara 1 delle semifinali della Eastern Conference.

5 aprile 1984 – Kareem Abdul-Jabbar con il suo leggendario marchio di fabbrica, lo sky-hook, ha demolito i Jazz ed ha superato Wilt Chamberlain, diventando il più grande marcatore di tutti i tempi con 31.419 punti. In quell’occasione i Lakers si sono imposti su Utah per 129-115, dopodiché la stella di Los Angeles ha chiuso la sua straordinaria carriera con 38.387 punti, record tutt’oggi imbattuto.

5 aprile 1995 – Charlotte a costretto Philadelphia ad un franchise-low di 66 punti segnati, durante la vittoria degli Hornets per 84-66. Le due squadre hanno anche fatto registrare il record peggiore della NBA per punti complessivi segnati nel secondo quarto: Charlotte ne ha realizzati 11, Phila 8.

5 aprile 2001 – Nella vittoria per 108-94 contro gli Atlanta Hawks, Wang Zhizhi ha fatto il suo esordio con i Dallas Mavericks, diventando il primo giocatore cinese della storia a calcare un parquet della NBA. Wang ha contribuito al successo con sei punti e tre rimbalzi in otto minuti di gioco.