Accadeva il...

Accadeva il 6/11/1996: gli Heat e quella provocazione a cui Jordan rispose con 50 punti…

michael-jordan-50-points-against-the-miami-heat

Esattamente 20 anni fa, gli Heat hanno imparato a loro spese che non è mai una buona idea provocare Michael Jordan. Il 6 novembre del 1996 era la prima volta che le due squadre si incontravano, dopo che negli ultimi playoffs i Bulls avevano eliminato Miami al primo turno.

La truppa di coach Riley, quindi, era determinata a riscattarsi alla prima occasione utile e caricò molto la sfida con Chicago: diversi giocatori dichiararono pubblicamente che stavano aspettando quella partita da diverso tempo, e in particolare Tim Hardaway disse che si sarebbe preso cura di His Airness e che non vedeva l’ora di batterlo.

MJ rimase in silenzio, ma probabilmente si era segnato tutto, perché poi, non appena l’arbitro alzò la palla a due, iniziò a far parlare il campo e per Miami non ci fu altro da fare che inchinarsi con profondo rispetto. Michael, infatti, segnò i primi 11 punti di Chicago e diede uno spettacolo di rara superiorità tra schiacciate ad una mano, triple pazzesche e circus shot. Alla fine i Bulls si imposero per 106-100 e Jordan chiuse con la bellezza di 50 punti, frutto di 18/33 dal campo. Riviviamo quella leggendaria prestazione attraverso questo video.