Accadeva il...

Accadeva l’8/11/1978: la (doppia) partita più assurda e unica nella storia della NBA

Esattamente 38 anni fa, l’8 novembre del 1978, aveva inizio il primo capitolo di quella che ha fatto scalpore per essere stata l’unica partita nella storia dello sport professionistico ad aver visto due giocatori scendere in campo con entrambe le squadre. Lo so, c’avete capito pochino (per non dire niente) di questa frase, ma d’altronde anche io ci ho messo un po’ a realizzare, quindi cercherò di spiegare la faccenda nel modo più comprensibile possibile.

Dicevamo della partita dell’8 novembre del ’78: in quella sera, si affrontarono Nets e Sixers, con quest’ultimi che si imposero davanti al proprio pubblico con il punteggio di 137-133, uscendo vincitori da una dura battaglia che aveva richiesto ben due overtime. Tutto normale, se non fosse che i Nets hanno fatto ricorso, in quanto l’arbitro Richie Powers aveva sanzionato tre falli tecnici sia a Bernard King che a coach Loughery, quando secondo le regole della NBA, potevano essere fischiati massimo due tecnici nei confronti di qualsiasi giocatore o allenatore durante una partita. L’allora commissario Larry O’Brien ha deciso di accogliere il ricorso dei Nets, ma di non assegnar loro la vittoria a tavolino, bensì di rigiocare la partita dall’istante prima che venissero fischiati quei due tecnici contro il regolamento.

Cinque mesi più tardi, precisamente il 23 marzo del 1979, si è quindi ripreso quell’incontro sull’84-81 in favore dei Sixers e con 5’50’’ al termine del terzo quarto. Phila ha comunque vinto per 123-117, ma non senza che si sia verificato un fatto curioso: a febbraio le due franchigie si erano rese protagoniste di una trade, con i Nets che avevano preso Harvey Catchings e Ralph Simpson per Al Skinner e Eric Money. E così questi quattro giocatori a referto figuravano in entrambe le squadre: un fatto unico e che non si è mai più ripetuto nella storia dello sport professionistico.

Schermata 11-2456970 alle 15.32.06 Schermata 11-2456970 alle 15.31.59