LeBron James compie 29 anni: a quell’età nessuno mai meglio di lui

Se il numero di candele di un giocatore della NBA fosse proporzionato al totale dei suoi punti segnati, allora quest’oggi LeBron James dovrebbe spegnere un incendio sulla sua torta. La stella dei Miami Heat compie 29 anni con già 21.819 punti a referto. Nessun altro giocatore NBA ha mai segnato così tanti punti a quell’età: c’è da dire che i vari Michael Jordan, Wilt Chamberlain, Kareem Abdul-Jabbar e via discorrendo hanno tutti trascorso almeno un anno al college, mentre James è approdato in NBA direttamente dall’high school.

Un paragone lo si potrebbe fare con Kobe Bryant, che ha fatto anche lui il salto dal liceo, ma non sarebbe del tutto corretto perché il minutaggio dei primi anni era profondamente diverso, visto che uno giocava in una contender come i Lakers e l’altro in una squadraccia come i Cavaliers. Comunque ciò non toglie che segnarne così tanti non è assolutamente da tutti: James ci ha messo 726 partite per tagliare il traguardo dei 20.000, mentre a Chamberlain ne sono bastati 499. Ma allo scoccare del 29esimo compleanno MJ aveva quasi 4.000 punti in meno di LeBron, mentre Abdul-Jabbar e Robertson ancora dovevano avvicinarsi ai 17.000 e Malone era prossimo ai 15.000.

A questo punto la domanda, seppur scontata, è una: in che posto di questa speciale lista James concluderà la sua carriera? La scorsa settimana in una sola partita ha sorpassato Larry Bird e Gary Payton, rispettivamente n.31 e 32 della graduatoria, molto probabilmente nel mese di gennaio supererà anche Clyde Drexler: realisticamente, la stella degli Heat ha la possibilità di finire tra i primi 10 migliori marcatori della storia della NBA entro la fine della stagione 2015-16.

E non va nemmeno dimenticato che James è un giocatore totale, che quando deve gioca per i compagni e si sacrifica per la squadra su entrambi i lati del campo. Basti pensare che è attualmente vicino ai 5.500 assist in carriera: tra i giocatori di almeno due metri solo Magic, Pippen, Bird e Abdul-Jabbar ne hanno smazzati più di lui. In più di una circostanza James ha sottolineato come gli piacerebbe ritirarsi dal basket sapendo che la gente lo considera il migliore di tutti i tempi: i numeri suggeriscono che ne ha tranquillamente la possibilità.