Reggie Miller compie 48 anni! Ecco perché era l’incubo peggiore dei Knicks e di… Spike Lee!

Oggi Reggie Miller compie 48 anni ed il suo compleanno sicuramente riporterà per un giorno i tifosi Pacers e Knicks alla metà degli anni ’90, quando entrambe le franchigie vivevano il miglior momento della loro storia. I destini di Miller e di New York si sono incontrati in più di una circostanza, ma non c’è modo migliore di celebrare il suo compleanno ricordando quelle partite in cui la stella di Indiana torturò i Knicks e… Spike Lee!

1994, gara 5 delle finali della Eastern Conference, Miller entra nella storia distruggendo gli avversari con ben 39 punti: dal 1985 solo 23 giocatori erano riusciti a segnare 39 o più punti in una partita di tale importanza. Ma 39 non è il numero per cui è ricordato quell’incontro: i tifosi di entrambe le squadre si ricordano il 25. Ovvero il numero di punti che Miller ha segnato esclusivamente nell’ultimo quarto, davanti ad un Madison Square Garden attonito e ad uno Spike Lee che non sapeva più come insultarlo o cosa fare per fermarlo.

Un anno più tardi, Knicks e Pacers si affrontano nuovamente ai playoffs, stavolta per gara 1 delle semifinali, e sempre al MSG Miller dà spettacolo, dimostrando una volta in più perché è stato, è e sempre sarà uno dei più grandi tiratori che abbia mai calcato un parquet NBA. Sotto di 6 a 18 secondi dal termine, per Indiana sembrava che non ci fosse più niente da fare, ed invece Miller ha infilato due triple pazzesche in un amen ed ha poi permesso ai suoi di vincere l’incontro con i due liberi finali.