I 10 migliori giocatori che hanno indossato la #23 nel post-Jordan

I 10 migliori giocatori che hanno indossato la #23 nel post-Jordan

21 agosto 2014 0 Di Gabriele Galluccio

Nel corso della storia della NBA, ci sono stati più di 200 giocatori che hanno indossato la maglia #23. Ma da quando Michael Jordan ha deciso di ritirarsi, questo numero ha assunto un significato molto particolare, è ormai diventato sinonimo di grandezza. Ciclicamente si discute sulla possibilità di ritirarlo dalla lega in onore di MJ, ma ciò non sarebbe giusto nei confronti di tutti quei ragazzi che, una volta approdati nella NBA, sognano di ripercorrere le orme di His Airness con la 23. Andiamo a vedere quali sono i 10 giocatori che nel post-Jordan hanno indossato meglio il suo storico numero. 

10 – LOUIS WILLIAMS
Career stats: 11.4 punti, 2.0 rimbalzi, 3.1 assist
Anni in cui ha indossato il 23: 2005-2012
Indossare questo numero è sempre stato importante per l’ex playmaker dei Sixers e degli Hawks. Volete capire quanto? Beh, vi basti sapere che, quando lo scorso 30 giugno è stato ceduto ai Raptors insieme ai diritti di Lucas Nogueira ed in cambio di John Salmons ed una seconda scelta del 2015, Williams ha immediatamente twittato alla franchigia canadese, per sapere se il 23 fosse disponibile, dato che nelle due stagioni con gli Hawks non aveva potuto indossarlo. 

9 – JR SMITH
Career stats: 13.4 punti, 3.3 rimbalzi, 2.2 assist
Anni in cui ha indossato il 23: 2004-2006
Ebbene sì, anche JR ha portato il celebre numero di MJ all’inizio della sua carriera, nel corso delle due stagioni trascorse tra le fila degli Hornets. Poi ha deciso di cambiare, ma per omaggiare His Airness nel 2011 si è fatto addirittura un tatuaggio che lo ritrae. 

8 – QUENTIN RICHARDSON
Career stats: 10.3 punti, 4.7 rimbalzi, 1.5 assist
Anni in cui ha indossato il 23: 2005-2009
Anche se ha giocato nella NBA fino al 2013, i migliori anni della sua carriera tra i professionisti li ha certamente trascorsi quando giocava con i Knicks ed indossava il 23. Tra l’altro il 2009 è stata l’ultima volta in cui ha chiuso la stagione in doppia cifra per quanto riguarda la voce dei punti. 

7 – WESLEY MATTHEWS
Career stats: 14.0 punti, 3.0 rimbalzi, 2.0 assist
Anni in cui ha indossato il 23: 2009-2010
Diciamo che nello Utah non c’è una grande predilezione per il numero 23, visto che quello MJ ha fatto ai Jazz nel corso degli anni ’90. Sarà per questo che la franchigia ha appiedato Matthews dopo una sola stagione? Ovviamente si scherza, fatto sta che dopo la sua annata da rookie con il 23, Wesley ha cambiato squadra e numero, affermandosi nelle ultime quattro stagioni in qualità di giocatore molto solido. 

6 – KEVIN MARTIN
Career stats: 17.9 punti, 3.3 rimbalzi, 1.9 assist
Anni in cui ha indossato il 23: 2004-2010, 2012-2014
Quando nella sua stagione da rookie a Sacramento ha scelto un numero così importante, non sembrava affatto un ragazzo meritevole di indossarlo. Quell’anno, infatti, ha tenuto una media piuttosto misera di 2.9 punti, 1.3 rimbalzi e 0.5 assist, ma da allora molte cose sono cambiate: alla voce punti è sempre andato in doppia cifra, con un career-high di ottimo livello (24.6 ppg) fatto registrare nel 2009, e si è affermato come uno dei migliori giocatori della lega ad indossare attualmente il 23. 

5 – ANTHONY DAVIS
Career stats: 17.3 punti, 9.1 rimbalzi, 1.3 assist
Anni in cui ha indossato il 23: 2012-2014
Dopo averlo visto all’opera nei suoi primi due anni, in particolare in quello da sophomore, una cosa è certa: il futuro della NBA è tutto suo ed a fine carriera potrà tranquillamente puntare più in alto in questa speciale graduatoria. A differenza di tutti gli altri, però, non ha scelto il 23 per via di Michael Jordan: anche se è nativo di Chicago, fa parte della nuova generazione di giovani talenti cresciuti con il mito di LeBron James. 

4 – JASON RICHARDSON
Career stats: 17.3 punti, 5.0 rimbalzi, 2.7 assist
Anni in cui ha indossato il 23: 2001-2014
J-Rich ha iniziato ad indossare la 23 prima ancora che Jordan andasse in pensione, ma non ha mai nascosto il fatto di idolatrare His Airness. Anzi, quando si è discusso della possibilità da parte della NBA di ritirare la 23 in onore dell’attuale proprietario dei Bobcats, Richardson si è detto pronto a rinunciare al suo numero di maglia, pur di tributare il giusto omaggio al suo più grande idolo. Alla fine Jason ha potuto continuare ad indossarlo e di certo non ha sfigurato nel corso della sua carriera. 

3 – RON ARTEST
Career stats: 13.8 punti, 4.7 rimbalzi, 2.8 assist
Anni in cui ha indossato il 23: 2002-2004
In realtà è difficile associare Artest (attualmente Metta World Peace, ndr) ad un singolo numero, dato che nel corso degli anni ne ha cambiati veramente parecchi. Dal 15 al 91, passando per il 37, il prodotto di St. John ha cambiato con grande frequenza il numero di maglia. Ma ai tempi dei Pacers non si è di certo scordato di onorare Michael Jordan, portando il 23 con ottimi risultati. 

2 – MARCUS CAMBY
Career stats: 9.5 punti, 9.8 rimbalzi, 1.9 assist
Anni in cui ha indossato il 23: 1998-2013
Camby è un po’ in controtendenza rispetto a diversi altri giocatori presenti in questa lista. Molti hanno iniziato con il 23, per poi proseguire con un altro numero, Marcus invece ha fatto il percorso inverso: dopo aver iniziato la sua carriera ai Raptors con il 21, che portava già al college, nel 1998 è finito ai Knicks ed ha deciso di prendere il numero di MJ. Da allora non lo ha più cambiato e con il 23 sulle spalle si è affermato in qualità di uno dei migliori giocatori difensivi dell’intera NBA. 

1 – LEBRON JAMES
Career stats: 27.5 punti, 7.2 rimbalzi, 6.9 assist
Anni in cui ha indossato il 23: 2003-2010, 2014-?
Con tutto il rispetto per gli altri giocatori presenti in questa speciale classifica, nessuno si è neanche lontanamente avvicinato a quello che LeBron ha fatto con indosso il numero di Jordan. E’ vero, non è riuscito a vincere nessun titolo durante il suo primo periodo a Cleveland, ma adesso che è tornato ed ha deciso di riprendere il 23, potrà cercare di ripercorrere le orme di Michael. Se James dovesse giocare da qui in avanti sempre con questo numero, al momento del suo ritiro sarà ancora più difficile per gli altri prendersi la responsabilità di indossare il 23 che è stato di His Airness e The King.