Basket Europeo Eurolega News

MY-EuroLeague: il Regno delle giovani promesse (6ª giornata)

Photo Credits: Euroleague.net

In collaborazione con Enrico Longo, creatore della Pagina Facebook “Cause I fucking love this game“, analizzerò, giornata per giornata, le migliori prestazioni degli Under-22 nella nuova EuroLeague. La massima competizione europea per club, infatti, offre giovani promesse molto interessanti, da seguire con attenzione. Probabilmente, lo stesso giocatore comparirà più volte in questa rubrica, poiché alcuni talenti sono veramente interessanti e sarebbe impensabile parlarne una tantum. Tuttavia, il nostro obiettivo è quello di dare una visione, per quanto breve e concisa, sulle prestazioni di 3 o 4 giocatori Under-22 a giornata, quindi il criterio di selezione sarà unicamente quello della singola prestazione, anche e soprattutto tramite l’esame di statistiche personali.

Cedi Osman
Data di nascita 8 aprile 1995
Nazionalità turca (nato a Ocrida, Macedonia)
Altezza 204 cm
Peso 102 kg
Ruolo Guardia/Ala
Squadra Anadolu Efes Istanbul
Statistiche medie finora 11.0 ppg, 3.1 rpg, 1.0 apg, 50.0% 3P*

Nel match contro Milano è il migliore dei turchi nella prima metà di partita, poiché nel secondo tempo viene impiegato poco e limitato anche dai falli, oltre a vedere salire in cattedra il duo Heurtel-Dunston. Osman si conferma giocatore chiave per la squadra di coach Perasovic e offre una performance da leggere attentamente, anche alla luce del fatto che questo sia il vero primo anno in cui può godere di un buon impiego anche in EuroLeague. Contro l’Olimpia piazza 14 punti (5/7 da due, 1/4 da tre), 6 rimbalzi e 3 assist, oltre all’unico recupero difensivo finora realizzato in campo europeo. Il turco è fondamentale nel primo quarto, ma i due falli consecutivi ne limitano non poco l’impatto sulla restante parte di gara e lo costringono ad allentare le maglie difensive sul diretto avversario. Rimane comunque un giocatore che si sta consacrando – come detto più volte – in un sistema di squadra che forse comincia a trovare la quadra e potrebbe regalare qualche soddisfazione ai ragazzi di coach Perasovic.

*Le statistiche sono inflazionate dal fatto che l’Efes ha già giocato nella settima giornata (vittoria contro Kazan).

Aleksandar Vezenkov
Data di nascita 6 agosto 1995
Nazionalità bulgara (nato a Nicosia, Cipro)
Altezza 206 cm
Peso 102 kg
Ruolo Ala Grande
Squadra FC Barcelona Lassa
Statistiche medie finora 7.3 ppg, 3.3 rpg, 71.4% 2P, 50.0% 3P

Nella sesta partita della regular season arriva la sua miglior prestazione in assoluto, la talentuosa ala bulgara, cresciuta tra Apoel Nicosia e Aris Salonicco, arrivata in Catalogna nel 2015 ha fatto vedere in 27 minuti di gioco tutto il suo repertorio. Nella vittoria sofferta al Palau Blaugrana, del suo Barcellona, contro lo Zalgiris, Aleksandar é subito partito forte con 4 punti, 2 rimbalzi e una palla rubata nei primi 10 minuti ed ha concluso segnando 12 punti (4/6 dal campo), accompagnati da 5 rimbalzi catturati. Le alte percentuali realizzative del suo ultimo match, guardando il suo andamento generale, non sono per niente frutto del caso o della fortuna: il giovane cestista del Barça nella classifica totale della competizione, infatti, compare al 9° posto per quanto riguarda le percentuali al tiro da dentro l’arco e al 12° posto per quelle da oltre i 6.75. Interessante notare anche che Vezenkov è il 19° giocatore in EuroLeague 2016/2017 nel rubare palloni, 1 a partita di media. La sua prima doppia cifra per punti segnati, arrivata dopo due partite terminate a 9 punti, non può che far bene al ragazzo e dare segnali positivi a coach Bartozokas.

Luka Doncic
Data di nascita 28 febbraio 1999
Nazionalità slovena (nato a Lubiana)
Altezza 201 cm
Peso 100 kg
Ruolo Playmaker/Guardia/Ala
Squadra Real Madrid
Statistiche medie finora 8.5 ppg, 4.0 rpg, 2.5 apg, 72.7% 2P

Altra prova incredibile del talento sloveno, probabilmente il migliore dei Blancos nell’incredibile match contro il CSKA. I moscoviti sembravano in pieno controllo del match dopo un secondo quarto chiuso sul 32-12, ma nella ripresa la squadra di coach Laso è riuscita a metterli in difficoltà con recuperi difensivi e ottime transizioni. Doncic si è confermato giocatore incredibilmente versatile – se si pensa al fatto che abbia solamente 17 anni – trovando 9 punti (3/3 da due, 0/3 da tre), 8 rimbalzi, 3 assist, 2 recuperi e portando a casa la seconda miglior valutazione di squadra (dietro al 21 di PIR di Llull). Se si dovesse pensare a un candidato principe per la vittoria finale del Rising-Star Trophy di EuroLeague – anche ipotizzando la strada che potrà fare il Real Madrid, quanto meno fino ai Playoffs – sarebbe impossibile non mettere Doncic al primo posto, sebbene Osman stia dimostrando di poter giocare una pallacanestro tanto bella quanto efficace.

A cura di: Enrico Longo & Marco Arcari