Basket Europeo Nazionali

Europeo U20 – Triple e faccia tosta: incredibile rimonta degli Azzurri contro la Serbia

Photo Credits: FIBA.com
Photo Credits: FIBA.com

E’ una Under-20 che soffre per 30′ minuti e che sembra sprofondare nel baratro prima di rialzarsi grazie ad una pioggia di triple nell’ultima frazione, che le consente di portare a casa la vittoria e di qualificarsi per i Quarti di Finale in programma venerdì 22 luglio alle ore 13:00 italiane contro la Turchia (i turchi hanno superato la Francia con il punteggio di 82-75). Nel primo tempo ci pensa Donzelli a tenere in piedi la baracca azzurra, prima che nell’ultima frazione siano Mussini e Flaccadori (due triple a testa), con la collaborazione di un ispirato Moretti, a garantire all’Italia l’accesso ai Quarti di Finale di questo Europeo Under-20 2016.

SRB ITA
SERBIA ITALIA
65
70
QUARTO DI FINALE TURCHIA – ITALIA

I 5 NUMERI DELLA SFIDA

1 – Il giocatore dell’Italia che mette in piedi uno show clamoroso nel primo quarto di gioco: si tratta di Daniel Donzelli, autore di 10 punti (tra i quali il gioco da 4 punti che spezza il ritmo ai serbi proprio nel momento in cui i balcanici sembravano voler prendere in mano le redini del match) e 5 rimbalzi. L’ala italiana è semplicemente incontenibile in transizione e a rimbalzo lotta come un leone, per poi trovare tiri importanti; peccato solo che, con la sua uscita dal parquet, l’Italia si disunisca specialmente in fase offensiva e permetta ai serbi di chiudere avanti di tre lunghezze i primi 10 minuti di partita.

7 – I punti realizzati da Vasilije Vucetic nella seconda frazione, con il centro serbo che è stato veramente un fattore sotto le plance nel momento in cui la squadra di coach Bucan ha piazzato il parziale con il quale si è portata anche sul +13. Se a dominare a rimbalzo ci hanno pensato Lazarevic e Ostojic (ovverosia due ali piccole), Vucetic si è fatto trovare pronto per comodi layup e buone giocate spalle a canestro, dimostrando la differenza principale esistente tra le due squadre nel gioco interno.

36.4 – La percentuale di squadra da due punti con cui l’Italia chiude il primo tempo, frutto di un incredibile 8/22 di squadra. Se nel numero precedente si parlava di differenza principale tra Serbia e Italia, possiamo ben dire che questa differenza sta nelle abilità dei rispettivi lunghi di giocare spalle a canestro e in post, anche perché le uniche realizzazioni da due punti arrivano da playmaker e guardia, fatto salvo il 3/3 con cui Donzelli chiude i primi 20′. In fase offensiva la squadra di coach Sacripanti vive delle iniziative individuali di esterni talentuosi, ma paga molto l’incapacità di trovare continuità nel gioco interno e nel servire i lunghi sotto canestro.

1 – La tripla realizzata dagli Azzurri nel terzo quarto, quella di Diego Flaccadori per il momentaneo 50-41 in favore dei serbi. L’Italia fatica tantissimo in fase offensiva e allora si affida al tiro pesante, raccogliendo però solamente 3 punti a fronte di 7 tentativi da oltre l’arco; in una partita in cui nel pitturato la squadra di coach sacripanti ha sofferto moltissimo, l’abbassamento della percentuale da tre punti – si è passati dal 3/7 di fine primo tempo al 4/14 di fine terzo quarto – e le difficoltà a rimbalzo difensivo hanno condannato l’Italia a vedere scappare via gli avversari.

5 – Le bombe messe a segno dai ragazzi di coach Sacripanti nell’ultima frazione di gioco: come detto nella statistica precedente, in questo match sono proprio le triple a fare la differenza e gli Azzurri trovano 15 punti con soluzioni da oltre l’arco proprio nel momento chiave della partita. Con queste realizzazioni, infatti, l’Italia piazza un parziale di 18-3 nei primi 5 minuti e 30 secondi della frazione, ribaltando incredibilmente un match che al 30′ sembrava ampiamente nelle mani dei serbi; riuscire a limitare i danni sotto le plance è stato pressoché impossibile, ma con una performance balistica del genere è possibile portare a casa una vittoria anche in un match in cui si è sofferto per oltre 30 minuti.

@ Pasilan Urheiluhalli – Helsinki
TABELLINO COMPLETO

SERBIA I NUMERI DELLA PARTITA ITALIA
16 – Vucetic PUNTI Flaccadori – 20
12 – Lazarevic RIMBALZI Donzelli – 9
– Peno ASSIST Flaccadori – 5
17 – Lazarevic VALUTAZIONE Flaccadori – 24