Basket Europeo Basketball Champions League

MY-Champions League: segnali di ripresa per Varese, Oldenburg è battuta

All’ultima occasione disponibile, Varese riesce a dare un segnale in vista del derby con Cantù di sabato sera. Una vittoria che dà morale e che può riaprire qualche spiraglio di classifica per i biancorossi: la squadra di coach Moretti è comunque all’ultimo posto nel Gruppo C, ma ha raggiunto i turchi dell’Uşak che sono usciti sconfitti dalla trasferta di Lione. I biancorossi hanno disputato contro Oldenburg una buona gara, girando in attacco quando Maynor è riuscito ad alzare il livello del suo gioco (in particolare nel primo e nel terzo quarto) e dimostrando una buona tenuta nel resistere alle spallate dei tedeschi, affidate soprattutto ai lunghi Qvale e De Zeeuw.

OPENJOBMETIS VARESE EWE BASKETS OLDENBURG
76 71

I 5 NUMERI DELLA SFIDA

6 – Gli errori dal campo di Brian Qvale in un quarto quarto in cui Oldenburg era sì riuscita a riagguantare Varese (a quota 68 con 2′ 27″ da giocare), ma non a rimettere la testa avanti dopo una gara in cui gli ospiti avevano condotto nella fase centrale. Il centro statunitense era arrivato all’ultimo periodo di gioco con un quasi perfetto 8/10 dal campo e i suoi errori hanno fatto la differenza nella frazione finale. L’EWE non ha trovato altri giocatori su cui fare particolare affidamento e ha continuato a servire il centro anche quando i suoi canestri hanno smesso di arrivare.

0 – I minuti disputati da Eric Maynor nel secondo periodo di gioco. Il playmaker biancorosso aveva iniziato benissimo la gara con 11 punti (5/5 al tiro) in appena 6 minuti. Moretti ha scelto di gestirlo in questa maniera, facendolo riposare per l’intero secondo quarto e riproponendolo con più costanza nella seconda metà di gara. La strategia ha pagato perché Maynor, rientrato nel terzo periodo, non è più riuscito a incidere sul piano realizzativo (ha chiuso la partita con 11 punti e 5/10 dal campo) ma ha continuato a far girare molto bene la squadra, innescando a ripetizione Anosike e Pelle.

3 – Le stoppate di un Norvel Pelle che, dopo qualche prestazione non all’altezza delle primissime stagionali, è tornato a ruggire e a fare la differenza nel pitturato. In particolare fondamentale per Varese quella su Qvale a 24″ dalla fine: se il centro della compagine tedesca avesse segnato, avrebbe riportato Oldenburg a -1. Invece da quella situazione è nata parecchia confusione (l’EWE reclamava la stoppata irregolare) e un fallo di Kramer che ha permesso a Varese di avere a disposizione una rimessa per riorganizzare le idee.

8 – I rimbalzi offensivi catturati dagli ospiti nel solo primo quarto. Oldenburg ha cominciato la partita con un’intensità nettamente maggiore e il dinamismo dei giocatori di Drijencic ha messo in enorme difficoltà i ragazzi di Moretti nelle battute iniziali della gara. Emblematico, appunto, il dato dei rimbalzi: l’EWE ha vinto la lotta nel primo quarto in maniera perentoria, con un 14-5 e 8 rimbalzi in attacco. Ma, a causa di percentuali al tiro deficitarie, era comunque sotto 20-19. Nel secondo tempo Varese ha manifestato una maggiore aggressività sotto le plance e ha chiuso la partita quasi in pareggio: 36-39 (16 offensivi a 10 per Oldenburg).

6 – Se c’è qualcosa che, per la Openjobmetis, continua a non funzionare è il tiro da tre. Sei triple messe a segno in 40 minuti, se non altro con percentuali superiori rispetto a quelle usuali (37.5%, 6/16). Bisogna rassegnarsi all’idea che Varese, oltretutto senza Johnson, al momento di tiratori non ne ha. Maynor può segnare qualche canestro da lontano, così come Cavaliero o (molto più raramente) Eyenga e Avramovic (addirittura battezzato dalla difesa ospite). Per il resto, dando per assodata la diminuzione della produzione offensiva di Kangur, possono arrivare episodiche triple da comprimari come Ferrero e Bulleri: entrambi ne hanno segnata una in questa gara.

@PALA2A – Varese
TABELLINO COMPLETO

VARESE NUMERI DELLA PARTITA ROSA RADOM
 16 – Avramovic  PUNTI  Qvale – 19
 5 – Anosike, Maynor, Avramovic, Eyenga  RIMBALZI Qvale – 9
 4 – Maynor ASSIST  C. Kramer – 5
 3 – Pelle  STOPPATE Massenat, Mädrich, Paulding, Schwethelm, Qvale – 1
 19 – Avramovic  VALUTAZIONE Qvale – 23