My-Eurocup – Il cammino delle italiane #10

Si chiude in maniera definitiva la fase a gironi di questa nuova edizione di Eurocup, con la pattuglia italiana che si dimezza a causa dell’eliminazione della Cimberio Varese e della Virtus Roma, a fronte della qualificazione, con tanto di primo posto nel girone, della Dinamo Sassari e della FoxTown Cantù. Ma andiamo nel dettaglio nell’ultimo atto di questa prima fase, limitatamente alle compagini azzurre.

GRUPPO A

 
 FOXTOWN CANTÙ  CIBONA ZAGABRIA
 92  68

Partiamo dall’ottima FoxTown Cantù, che si congeda dal proprio pubblico sconfiggendo in maniera netta il Cibona Zagabria, ormai rientrato nel ruolo di nobile decaduta del basket europeo. Sul parquet di casa, gli uomini guidati da coach Sacripanti può contare sulla buona vena di Pietro Aradori e di Maarten Leunen, autori del primo break nel secondo quarto, che porta i canturini ad avere in vantaggio di 13 punti, arrotondato a fil di sirena a quota 16 lunghezze di vantaggio. Nel secondo tempo partecipano alla festa anche Uter e Jones, i quali contribuiscono al massimo vantaggio Cantù, arrivato sull’84-54, prima dell’inevitabile calo di tensione che consente ai croati di mettere a segno un piccolo parziale, utile solo a ridurre il passivo fino al 92-68 finale.

Cantù: Leunen 18, Aradori 14, Jones 12.
Cibona: Saric 22, Rozic 9, Jagodik 8.
ALTRI RISULTATI
CLASSIFICA

GRUPPO B

 

 
 BELGACOM SPIROU CHARLEROI  BANCO DI SARDEGNA SASSARI
 68  63

Si chiude invece con una sconfitta, la terza di questa fase a gironi, la prima parte di Eurocup per la Dinamo Sassari, che perde di 5 punti sul parquet dello Spirou Charleroi. Il primo tempo dei ragazzi guidati da coach Sacchetti è sicuramente positivo, con la partenza firmata Omar Thomas e anche ottimi dividendi arrivati dalla panchina, come nel caso di Devecchi e Fernandez, che contribuiscono al +8 con cui si arriva all’intervallo lungo. Dopo l’uscita dagli spogliatoi, però, i belgi giocano tutto un altro basket rispetto alla prima parte di gara: lo Spirou passa in vantaggio grazie alle bombe di Gruszecki e non molla più la testa della partita, nonostante i due Green e Linton Johnson provino a riportare avanti la compagine sarda. Nel finale, il solito Gruszecki e uno Joseph Trapani da 24 punti e 9 rimbalzi chiudono il discorso: finisce 68-63 per lo Spirou.

Charleroi: Trapani 24, Green 17, Watkins 16.
Sassari: Thomas 15, Johnson 13, C. Green 12.
ALTRI RISULTATI
CLASSIFICA

GRUPPO C

 

 
 RATIOPHARM ULM  CIMBERIO VARESE
 75  86

Si chiude con una vittoria, appena la seconda sulle dieci in programma, il cammino deludente della Cimberio Varese in campo europeo. Il roster guidato da Fabrizio Frates (ieri rimasto a casa per via dell’influenza) è riuscito a strappare un bel successo sul parquet del Ratiopharm Ulm, sceso in campo già certo dell’approdo al prossimo turno. I vari De Nicolao, Rush, Banks e Sakota (18 punti per lui) giocano un’ottima partita al cospetto della compagine tedesca, alla quale non bastano i 16 punti e gli 11 rimbalzi di Plaister. Ancora male, per la compagine varesina, Kiki Clark e Hassell, soprattutto quest’ultimo sempre più un oggetto misteriosa in casa Cimberio, capace comunque di imporsi con il punteggio di 75-86 grazie soprattutto al break effettuato nel terzo quarto, con Sakota assoluto protagonista.

Ulm: Plaisted 16, Howard 14, Sosa 9.
Varese: Sakota 18, Banks 17, Ere 14.
ALTRI RISULTATI
CLASSIFICA

GRUPPO D

 

 
 TELEKOM BASKETS BONN  VIRTUS ROMA
 96  88

Finisce in malo modo, invece, l’avventura in Europa della Virtus Roma, sconfitta anche ieri sera, e ancora una volta dopo l’overtime, dalla Telekom Bonn, nell’altro incrocio Italia-Germania avvenuto in questa due giorni di Eurocup. Ancora una volta bene l’accoppiata americana composta da Hosley e Taylor Jordan, autori in tandem di 47 punti, più della metà di quelli complessivi della Lottomatica. I tedeschi prendono il comando sin dall’inizio, toccando un vantaggio di ben undici punti poco prima dell’intervallo lungo, ma nella ripresa si vede sul parquet una grande Roma, capace addirittura di portarsi a sette lunghezze di vantaggio nel corso dell’ultimo quarto, prima di subire un doloroso 9-2 nel finale, prima dell’overtime. Qui viene fuori Ryan Brooks, che trascina Bonn nel parziale di 12-3 decisivo per la vittoria della partita, che non consente ai tedeschi di passare il turno al pari dei capitolini.

Ostenda: Veikalas 21, McLean 21, McCray 12.
Cantù: Hosley 24, Taylor 23, Mbakwe 8.
ALTRI RISULTATI
CLASSIFICA

Facendo un rapido excursus tra le qualificate al prossimo turno di Eurocup, Ostenda e Nymburk affiancano Cantù tra le qualificate nel Gruppo A, mentre il Cedevita Zagabria e il Bizkaia Bilbao passano il turno nel gruppo B assieme a Sassari. Izmir ha la meglio su Sofia nella caccia al terzo posto utile nel gruppo E, mentre il PAOK Salonicco si fa beffare da Ankara nel gruppo F e la differenza canestri premia il Banvit e fa piangere il VEF Riga nel gruppo G. La stessa cosa accade nel gruppo H, dove il Radnicki e Loimaa hanno un record di 5-5, ma ci sono 19 punti di differenza a vantaggio dei serbi.