My-Eurocup – Quarti di finale: Stella Rossa, Kazan, Valencia e Nizhny Novgorod volano in semi

Nuova giornata di verdetti in Eurocup, con la scoperta delle Fantastiche Quattro che sono riuscite a strappare un visto per le semifinali della competizione. Le squadre approdate al penultimo atto sono la Stella Rossa Belgrado, l’Unics Kazan, il Valencia Basket e il Nizhny Novgorod, mentre salutano l’Eurocup il Budivelnik Kiev, l’Aykon Ankara, l’Alba Berlino e l’Hapoel Gerusalemme.

FOTO: Eur

CRVENA ZVEZDA TELEKOM BELGRADO BUDIVELNIK KIEV
79 70
QUALIFICATA

Partiamo dal primo ribaltone, quello messo a segno dalla Stella Rossa di Belgrado che vince di 9 contro il Budivelnik di Kiev e si porta in semifinale. I 24mila che hanno affollato la Kombank Arena non sembrano intimorire il roster ucraino, che si porta addirittura in vantaggio nel primo quarto grazie a Lavrinovic e Minard, prima del primo break messo a segno dai padroni di casa, al quale risponde uno splendido Ahearn. Dal canto loro, ci pensano Nelson e Radenovic ad accorciare le distanze, e a consentire alla Stella Rossa di portarsi all’intervallo sotto di appena due punti. Nella ripresa i biancorossi danno vita a una grande rimonta di carattere, anche se il Budivelnik resiste per gran parte del terzo quarto, cedendo solo dopo il 51-51 con cui partono i minuti finali. Un canestro di Jenkins pareggia il punteggio complessivo, una fuga di Nelson porta i padroni di casa in vantaggio ma il finale è da cardiopalma. Ancora Jenkins ruba palla a Strelnieks per il 63-60 a 4 secondi dalla fine, Lavrinovic sbaglia il tiro finale e si va all’overtime. Al supplementare, un parziale di 8-0 consente alla Stella Rossa di prendere la fuga giusta, gli ucraini non recuperano e i serbi volano in semifinale.

STELLA ROSSA BELGRADO: Jenkins 29, Radenovic 11, Blazic 10. BUDIVELNIK KIEV: Lavrinovic 17, Summers 13, Strelnieks 11.

UNICS KAZAN AYKON TED ANKARA
88 52
QUALIFICATA

Non aveva sicuramente bisogno dell’impresa l’Unics Kazan, che sul proprio parquet infligge un’altra severa lezione all’Aykon Ankara. I turchi provano comunque a giocarsela a viso aperto, partendo da un pesante svantaggio ottenuto sul proprio parquet: Tucker e Golubovic rispondono all’inizio sprint dei russi, i quali sfruttano un’altra buona serata di Eidson e Goudelock per portarsi subito sul +10. Plisnic e Kristaps Valters tengono a galla Ankara, ma il finale di quarto è appannaggio dell’Unics, grazie soprattutto ai greci Zisis e Vougioukas. Anche i primi minuti dopo il rientro dall’intervallo sorridono ai padroni di casa, che allungano fino a ottenere 12 punti di vantaggio prima dell’allungo decisivo. 67-41 prima della chiusura del terzo quarto, e parola ‘fine’ posta anche su questa gara secca, con l’ultimo periodo che funge praticamente da garbage-time. L’Unics allunga il proprio vantaggio fino al +39 del finale, rintuzzato solo da tre punti da parte dell’Aykon.

UNICS KAZAN: Goudelock 21, Zisis 12, Harangody 9. AYKON ANKARA: Plisnic 13, Golubovic 10, Rasic 9.

ALBA BERLINO VALENCIA BASKET CLUB
78 73
QUALIFICATA

L’impresa non riesce all’Alba Berlino, che partiva forse da uno svantaggio troppo grosso per poter sperare di ribaltare la situazione e sconfiggere il Valencia Basket sul proprio parquet: la vittoria tedesca arriva, ma non basta. Gli spagnoli rispondono a un buon avvio dei padroni di casa, e si portano in vantaggio grazie all’accoppiata composta da Doellman e van Rossom, ma Pablo Aguilar e Radosevic costruiscono il contro-break dell’Alba, che si porta in vantaggio a metà del secondo quarto. Il finale è però tutto di marca iberica, con van Rossom che spinge ancora sull’acceleratore e consente a Valencia di andare all’intervallo in vantaggio di 3 punti. Gli spagnoli provano ad allungare dopo il rientro dagli spogliatoi, portandosi sulla doppia cifra di vantaggio grazie al break firmato Lafayette e Dubljevic, ma l’Alba reagisce con orgoglio per chiudere la propria Eurocup con una vittoria: Wohlfarth e l’ex milanese Schultze salgono in cattedra e consentono a Berlino di tornare addirittura in vantaggio sotto la spinta di Redding. È poi Kendall a chiudere definitivamente i conti, consentendo ai tedeschi di vincere per 78-73.

ALBA BERLINO: Redding 24, Hammonds 9, Radosevic 8. VALENCIA: Dubljevic 14, van Rossom 10, Doellman 9.

NIZHNY NOVGOROD HAPOEL GERUSALEMME
88 72
QUALIFICATA

Chiudiamo con la rimonta completata dal Nizhny Novgorod, che rappresenta forse la principale sorpresa di questa fase a eliminazione diretta di Eurocup, avendo eliminato anche l’Hapoel Gerusalemme grazie al +16 ottenuto sul proprio parquet. Il roster ospite parte forte ma deve cozzare col primo tentativo di rimonta da parte dei russi, i quali sfruttano il problema falli che appare per Eliyahu: Brezec e Parakhouski aprono il fuoco da tre punti e pareggiano a quota 25 nel secondo quarto, Rochestie porta i russi anche in vantaggio prima di un clamoroso break di 15-0 in favore del Nizhny, interrotto dal rientro sul parquet di Eliyahu, che consente all’Hapoel di andare all’intervallo sotto di tre soli punti. Dopo il rientro dagli spogliatoi il Nizhny prova di nuovo ad allungare, con Khvostov che sale in cattedra e riporta i suoi sulla doppia cifra di vantaggio. Il break da parte dei padroni di casa prosegue a cavallo tra terzo e ultimo quarto, fino al +16 che sembra scrivere la parola fine sulla partita e sulla corsa alla semifinale. Gli israeliani appaiono incapaci di reagire, mentre dall’altra parte si rivede un Rochestie in gran spolvero che assieme a Duncan e Khvostov legittimano la vittoria dei russi, che chiudono sull’88-72 e volano in semifinale.

NIZHNY NOVGOROD: Rochestie 18, Antonov 17, Thompson 15. HAPOEL GERUSALEMME: Kitchen 15, Eliyahu 13, Parakhouski 12.

Ora spazio alle semifinali, con gli accoppiamenti che metteranno di fronte da una parte la Stella Rossa e l’Unics Kazan, in quella che potremmo definire la finale anticipata, mentre l’altra sfida sarà quella tra il Valencia Basket e il Nizhny Novgorod, con i russi che andranno a caccia di un altro miracolo. Gare d’andata l’1 e il 2 aprile, gare di ritorno nella settimana successiva. E buon divertimento a tutti!

SEMIFINALI 1-2 aprile e 8-9 aprile 2014

 CRVENA ZVEZDA TELEKOM BELGRADO  UNICS KAZAN
VALENCIA BASKET CLUB NIZHNY NOVGOROD