My-Eurocup – Semifinali #1: Rispettato il fattore campo, Stella Rossa e Valencia vittoriose

Settimana dedicata all’andata delle semifinali in Eurocup, con il fattore campo che l’ha fatta da padrone avendo visto le affermazioni sui propri parquet del Valencia e della Stella Rossa, rispettivamente ai danni del Nizhny Novgorod e dell’Unics Kazan.

VALENCIA BASKET NIZHNY NOVGOROD
84 75

Nella prima gara, disputata martedì, il Valencia Basket ha avuto la meglio sulla grande sorpresa di questa Eurocup, il Nizhny Novgorod. Il roster russo inizia benissimo in attacco, con un 6/7 che conduce Thompson e compagni in vantaggio fino alla chiusura del primo quarto, in cui crescono anche gli iberici, trascinati da Ribas, Pablo Aguilar e un Dubljevic che chiuderà il match con 24 punti e 12 rimbalzi. Il segreto della vittoria dei ragazzi di coach Perasovic, però, è la difesa: Valencia, infatti, concederà solo 9 punti al Nizhny nel secondo quarto, andando all’intervallo in vantaggio per 41-32, e dopo il rientro dagli spogliatoi il vantaggio iberico cresce fino ai ventun punti del 53-34, concretizzato dal solito Dubljevic e da un Doellman in crescita costante nel corso del match. Poi i russi provano a uscire piano piano dal guscio, infilando prima un 8-0 di parziale e poi tornando clamorosamente in partita sul -6, concretizzato soprattutto da van Rossom e Korbkov. Nel finale tornano in cattedra ancora Dubljevic e Doellman, ma Antonov accorcia nuovamente le distanze e chiude i conti sull’84-75.

VALENCIA – NIZHNY NOVGOROD 84-75

NUMERI DELLA PARTITA
24 – Dubljevic PUNTI Thompson – 15
12 – Dubljevic RIMBALZI Thompson – 8
6 – Ribas ASSIST Rochestie – 4
31 – Dubljevic VALUTAZIONE Thompson – 30

CRVENA ZVEZDA BELGRADO UNICS KAZAN
63 52

Nella serata successiva, la Kombank Arena si è messa nuovamente l’abito buono per il primo atto della sfida tra la Stella Rossa e l’Unics Kazan, praticamente una finale anticipata che ha visto l’affermazione iniziale degli uomini di coach Radonjic. Partita dai punteggi particolarmente bassi, con la Stella Rossa che prova subito a imporre il proprio marchio, anche se con percentuali basse: sono Katic e Jenkins a provare a portarsi i padroni di casa, ma Goudelock dimostra di essere un ottima forma, a differenza di un Eidson che chiuderà con appena sette punti, tradendo così le aspettative di coach Trinchieri. Nella ripresa arriva il momento topico del match, con la Stella Rossa che mantiene il proprio vantaggio respingendo i tentativi di sorpasso da parte dell’Unics, trascinato soprattutto dall’ex playmaker dei Lakers. L’ultimo quarto è un’autentica tortura per gli ospiti, che mettono a segno solamente quattro punti e vedono volare via la Stella Rossa, in cui si segnala anche la buonissima serata di Dragicevic e la grande presenza a rimbalzo di Marjanovic. Finisce 63-52 per i serbi, con i russi che dovranno dare il massimo sul proprio parquet per andare in finale.

STELLA ROSSA – UNICS KAZAN 63-52

NUMERI DELLA PARTITA
15 – Blazic PUNTI Goudelock – 18
11 – Dragicevic RIMBALZI Kurbanov – 5
2 – Radenovic ASSIST Zisis – 4
18 – Dragicevic VALUTAZIONE Goudelock – 11

E tra sette giorni, sapremo quali saranno le due squadre che si giocheranno l’edizione 2013/2014 di Eurocup.