Alla scoperta di... Basket Europeo Mercato News Serie A

Alla scoperta di Mike Green, il play che fa sognare la Reyer Venezia

mike green varese

Quest’anno noi di MY-Basket.it abbiamo deciso di impegnarci anche sul mercato italiano, in modo però differente dal solito: sul nostro sito non aspettatevi di trovare rumors o notizie in esclusiva, poiché per quello ci sono tanti portali dedicati, in primis Sportando.com. La nostra intenzione, invece, è quella di presentarvi, nel miglior modo possibile, tutti i giocatori più importanti o sconosciuti che si affacceranno alla nostra Serie A nella prossima stagione. Parlando di Mike Green, non parliamo certo di un rookie per il nostro Campionato, visto che il play ha già giocato con le maglie di Cantù e Varese, oltre ad aver indossato anche la casacca di Barcellona Pozzo di Gotto in LegaDue (stagione 2011/2012); sicuramente, però, parliamo di un giocatore che può proiettare Venezia tra le favorite di diritto per la prossima stagione. Vi chiederete come possa, un singolo giocatore, elevare al ruolo di contender (nel senso tutto italico del termine) una squadra che deve ancora puntellare gran parte del proprio roster, perciò cercherò di spiegarvi il mio punto di vista.

Ho seguito l’esperienza di Green a Varese, nell’anno in cui i varesini umiliarono sistematicamente la Milano scarioliana (specialmente in Coppa Italia) e cedettero solamente a Siena in Semifinale Scudetto, dopo una Serie che ancora oggi si porta dietro qualche strascico di polemica. Ho seguito l’esperienza di un giocatore che mi ha impressionato per quantità e qualità, anche se a formare l’asse play-pivot insieme a Green c’era un certo Bryant Dunston, eletto pochi mesi fa come miglior difensore dell’Euroleague per il 2° anno consecutivo e appena passato all’Efes Istanbul. Ho seguito l’esperienza di un giocatore che era arrivato tra lo scetticismo di molti, per come aveva reso durante l’esperienza in maglia canturina, e che se n’è andato come idolo di una stagione in cui la Masnago della pallacanestro era tornata a sognare in grande. Giocatore fenomenale che, con la partenza di Hackett e per come stanno oggi le cose, si prende senza dubbio la palma di miglior play della prossima stagione, anche per la media assist che ha tenuto in Francia e in Eurocup lo scorso anno, come potete ben vedere nella tabella riepilogativa sottostante.

Green è un playmaker fatto e finito, sebbene possa giostrare occasionalmente anche da shooting-guard, che fa del passaggio vincente, del gioco a due e del pick&roll le sue armi vincenti, senza disdegnare conclusioni personali dall’arco e tiri dalla media; è uno dei pochi playmaker puri, cioè non combo-guard riadattate all’arte del playmaking, rimasti in Europa, e di per sé questa cosa lo rende un giocatore unico e speciale a prescindere. Pensare che abbia bisogno di un centro atletico e verticale per esprimere al meglio le sue qualità nel giocare il pick&roll è in parte giusto, ma in parte sbagliato: con Dunston aveva fatto faville, sfruttandone le doti atletiche e le letture difensive, ma anche al Khimki riuscì a sfruttare la connection offensiva con Krešimir Lončar, non proprio l’emblema dell’atletismo. In sostanza, è l’innesto che cambia le ambizioni, il giocatore che fa fare il salto di qualità definitivo alla squadra allenata da coach Recalcati, considerando anche che Venezia ha chiuso con Josh Owens (ex-Trento) e sembra interessata anche a Drake Diener (in uscita da Reggio Emilia). Tuttavia, c’è chi lo considera, ingiustamente e senza alcuna logica, un mercenario dedito solo a rimpinguare il proprio portafogli anziché giocare per la squadra: banalità e malelingue, specialmente considerando la professionalità e i risultati personali che ha sempre ottenuto, esclusa la parentesi poco felice a Cantù.

MIKE GREEN
Data di nascita 23 giugno 1985
Ruolo Playmaker
Altezza 185 cm
Peso 80 kg
College Towson (2003-2005), Butler (2006-2008)
Statistiche PRO-A ‘14/’15 11.8 ppg, 3.6 rpg, 7.2 apg, 40.2 %3P, 30.9 mpg
Statistiche Eurocup ‘14/’15 10.9 ppg, 3.9 rpg, 7.3 apg, 1.3 spg, 32.1 mpg

Photo Credit: FotoMario