Basket Europeo News Qué es la Liga Rubriche

El Clásico en la final 2016 – Gara-3 a senso unico, questo Real è favoloso

Photo Credits: ACB Photo
Photo Credits: ACB Photo

Gara-3 è semplicemente un monologo del Real Madrid, con il Barça che resta a guardare le sfuriate offensive dei padroni di casa praticamente per circa 35′ sui 40 totali giocati. La squadra di coach Laso trova risposte importanti anche da quei giocatori – come Nocioni, Doncic e Hernangomez – che sono stati meno chiamati in causa, finora, in questa Serie; per i catalani, invece, sono molte le note dolenti, partendo dalla pessima percentuale da tre punti del primo tempo per arrivare alle difficoltà nel contenere il pick&roll madrileno (Ayon fa letteralmente quello che vuole vicino a canestro), soffrendo anche l’inesistente apporto della panchina.

REAL MADRID FC BARCELONA LASSA
91
74
SERIE 2-1

I 5 NUMERI DELLA SFIDA

8 – I punti realizzati da Trey Thompkins nel primo quarto; l’ex-Clippers è fondamentale nella fase offensiva dei padroni di casa poiché punisce sistematicamente ogni aiuto difensivo dei catalani e dalla lunga distanza è ben più che affidabile (2/3 da tre punti nella prima frazione); la difesa del Barça ne soffre non tanto l’intensità in post – situazione che gioca solamente due volte nei primi 10′ – bensì le sue doti di tiratore e la capacità di farsi trovare in posizione perfetta dopo il rimbalzo offensivo dei compagni per riciclare al meglio il possesso e trovare punti veloci.

7 – Le triple sbagliate dal Barça solamente nella seconda frazione, a fronte di zero realizzate. I catalani evitano di sprofondare solamente grazie ai 9 falli commessi dai padroni di casa che fruttano ben 12 tiri dalla linea della carità – dei quali 10 realizzati – ed evitano un passimo che avrebbe avuto del clamoroso già a fine primo tempo. La squadra di coach Pascual fatica a mettere nelle migliori condizioni i propri tiratori, basti pensare che le uniche gioie da oltre l’arco arrivano da Satoransky, non proprio il migliore dei blaugrana in questo aspetto del gioco.

15 – La valutazione di Sergio Llull a metà partita. Se Ayon è finora l’indiscusso MVP di queste Finali, è anche vero che la guardia spagnola si conferma come uno dei giocatori più decisivi d’Europa, capace di spezzare il ritmo di ogni partite con giocate in contro-tempo e triple da distanze siderali. Fenomenale nel piazzare break grazie a soluzioni personali, perfetto nel giocare il pick&roll con il lungo di turno accoppiatogli sulla giocata, devastante per leadership e carisma che mette in campo sempre e costantemente: in queste Finali di Liga è semplicemente un rebus non risolvibile per la difesa del Barça.

12 – I punti realizzati da Rudy Fernandez nella terza frazione, con la guardia spagnola che demolisce qualsiasi speranza di rimonta catalana nata con le due triple realizzate da Navarro. Offensivamente è semplicemente dominante, poiché nel terzo quarto segna in qualsiasi modo: tripla in transizione, schiacciata conseguente a rubata difensiva, gancio-cielo d’altri tempi e arresto-e-tiro poetico; la scelta di coach Laso di farlo partire dalla panchina paga molto, poiché se è vero che la differenza la fanno proprio i punti realizzati dalla panchina, allora quelli di Fernandez sono fondamentali. Non è perfetto solamente perché è in debito d’ossigeno sul finire di frazione forza due conclusioni di troppo, altrimenti avrebbe giocato uno dei migliori quarti della sua intera carriera.

-3 – La valutazione personale di Juan Carlos Navarro. LaBomba soffre incredibilmente l’intensità difensiva dei madrileni e va in confusione anche quando si trova a dover gestire il possesso dalla punta – ben 4 le perse per il capitano del Barça – salvo poi regalare i soliti lampi di classe cristallina da oltre l’arco. Probabilmente il tramonto della sua stella è quasi definitivo, ma da un giocatore del suo talento (seppur in non ottimali condizioni fisiche) ci si aspetterebbe molto di più; emblematica, in tal senso, la scelta di coach Pascual nel preferirgli Oleson per tutta l’ultima frazione.

@ Barclaycard Center – Madrid
TABELLINO COMPLETO

MADRID I NUMERI DELLA PARTITA BARCELONA
21 – Llull PUNTI Tomic – 18
6 – Ayon RIMBALZI Doellman – 8
– Llull ASSIST Ribas – 6
30 – Llull VALUTAZIONE Doellman – 21