Preview to Eurobasket 2013: Girone C

Se vi state chiedendo dove giocheranno i campioni in carica della Spagna (ma anche se non vi interessa), la risposta arriva adesso: Girone C, Celje. Nel terzo appuntamento della marcia di avvicinamento all’Europeo sloveno troviamo i grandi favoriti, inseriti in un gruppo non eccessivamente complicato insieme a Polonia, Slovenia, Croazia, Repubblica Ceca e Georgia. Ecco qui le sei partecipanti nel dettaglio.

eurobasket - Copia (2)Polonia: La grande novità arriva dalla panchina, sulla quale si siederà Dirk Bauermann, in uscita dalla nazionale tedesca e pronto ad iniziare una nuova avventura in una nazionale dal blasone non imponente. In campo spiccano i nomi di Marcin Gortat (Phoenix Suns), Maciej Lamp (neo acquisto del Barcellona) e Michal Ignerski (visto a Sassari la scorsa stagione), che avranno il compito di guidare la squadra alla ricerca di un buon piazzamento in un girone, come detto, non impossibile.

Stella della squadra: Marcin Gortat, C. Gortat è pronto a mettere a disposizione dei compagni tutta l’esperienza accumulata in 6 anni di NBA, equamente distribuiti tra Orlando Magic e Phoenix Suns. Giocare a fianco di Steve Nash deve averlo aiutato parecchio, e i progressi nelle due metà campo si sono visti da subito: oltre che solido nel gioco di post basso, Gortat è migliorato parecchio anche nel jump shot dai 4-5 metri, oltre che nell’attacco spalle a canestro. Una nazionale che potrà creare problemi, con un centro molto difficile da superare. Questa è la Polonia.

eurobasket - Copia (4)Slovenia: La grande avversaria della Spagna (in questo primo turno, s’intende) è sicuramente la Slovenia di coach Malijkovic, che punta tutto sul “fattore casa” e sull’esperienza di giocatori che ormai conoscono questo tipo di appuntamenti. Lakovic è rinato ad Avellino, Nachbar e Slokar possono ancora dire la loro, Begic, dall’alto dei suoi 216 centimetri, è una roccia e Dragic in cabina di regia potrà inventare per sè e per gli altri (vale lo stesso discorso fatto per Gortat: anche questo è andato a scuola da Nash). Dove potranno arrivare i padroni di casa? Staremo a vedere, ma con un po’ di fortuna e con il sostegno del pubblico amico, le prime quattro posizioni non sono così lontane.

Stella della squadra: Goran Dragic, PM. Ad opinione di chi scrive, uno delle migliori pointguard del torneo, in grado di andare in iniziativa personale e di accendere i compagni in qualsiasi momento. Avere Lakovic come cambio gli permetterà anche di dare il massimo sempre, per poi rifiatare dando la squadra in mano ad un veterano. Le stagioni NBA gli hanno fatto sicuramente bene, ed ora Dragic è chiamato a confermare quanto di buono fatto vedere nei precedenti Europei e Mondiali, magari compiendo il passo successivo a livello difensivo.

eurobasket - Copia (3)Spagna: Ok, non ci saranno Pau Gasol, Juan Carlos Navarro e Serge Ibaka, ma come si può solo pensare che questi non siano i grandi favoriti alla vittoria finale? Subentrato Orenga a Scariolo, il roster è rimasto essenzialmente lo stesso degli ultimi anni, con qualche piccolo innesto qua e là. I nomi dei “piccoli” sono spaventosi (Calderon, Fernandez, Llull, Rodriguez e Rubio), mentre nel reparto lunghi basta solo il minore dei Gasol per far chiudere ogni discorso. Da osservare anche San Emeterio, da molti sottovalutato, che potrebbe tornare utile in eventuali momenti di difficoltà. Favoriti? No, favoritissimi.

Stella della squadra: Marc Gasol, C. Non credete che la scelta sia stata così semplice e scontata. Il centro dei Grizzlies si è dimostrato forse il migliore della NBA in entrambe le metà campo, ma dover scartare gente del calibro di Rudy Fernandez, Ricky Rubio o Josè Calderon non è stato facile. Gasol, vista anche l’assenza di Ibaka e del fratellone Pau, dovrà mantenere un livello di gioco altissimo, consapevole che con l’aiuto degli esterni, le cose potrebbero riuscirgli con molta facilità. I suoi cambi (Gabriel e Rey) non sono all’altezza di quelli degli anni passati, quindi immaginiamo che Marc passerà tanti minuti in campo, dovendo così controllare i falli.

eurobasket - CopiaCroazia: La “guastafeste” del gruppo C potrebbe essere la Croazia, che agli ordini di Jasmin Repesa arriva all’Europeo con la consapevolezza di poter impensierire le due grandi del girone. Draper, Tomic e Ukic gestiranno i palloni che scottano in attacco, ma attenzione al 19enne Saric, centro di 2.08 del Cibona, sul quale aleggiano già grosse aspettative.
La Spagna sembra ancora irraggiungibile, ma la Slovenia deve stare attenta a questa squadra, che proverà in tutti i modi a staccare un biglietto per la fase successiva.

Stella della squadra: Ante Tomic, C. Ha 26 anni e ha già giocato in Real Madrid e Barcellona: basterebbe questo per presentare Ante Tomic, gigante di 2.17 che avrà il compito di guidare la propria Nazionale sui due lati del campo, catturando rimbalzi e segnando canestri anch dalla media distanza (fondamentale parecchio implementato nell’ultimo periodo). Se innescato con costanza da Ukic e gli altri esterni, ha tutte le carte per diventare uno dei migliori centri del torneo.

eurobasket - Copia (5)Georgia: Possibile outsider dell’intera competizione è la Georgia, che quest’anno mette insieme nomi di primo rilievo per poter provare ad allungare il proprio cammino. Le conoscenze italiane sono tante, tra cui Shermadini, Sanikidze, Markoishvili e Hickman, e proprio a loro si affideranno le speranze georgiane di passaggio del turno in un girone che non inserisce la squadra di Kokoskov tra le favorite.

Stella della squadra: Ricky Hickman, PM. La scelta era tra Markoishvili e Hickman, ma alla fine abbiamo scelto il nativo del North Carolina per la maggiore esperienza in campo internazionale. Sbocciato in maglia Casale Monferrato (con cui ha vinto il titolo di MVP della LegaDue), dopo l’esperienza a Pesaro sbarca in Eurolega con il Maccabi Tel Aviv. Dotato di grande esplosività e senso realizzativo, se in grado di esprimersi al meglio Hickman può diventare un realizzatore super in questa competizione. Sostenuto dai giocatori sopra citati potrebbe regalare alla nazionale qualche bella soddisfazione.

eurobasket - Copia (6)Repubblica Ceca: Squadra più debole del girone, che faticherà a vincere ogni singola partita. Destinata a tornare a casa a mani vuote, gli unici due nomi da segnalare sono quelli di Vesely (Wizards) e Kudlacek (Cantù). Se è vero che in ogni girone deve esserci una squadra materasso, anche in questo l’abbiamo trovata. Già un successo essere arrivati in Slovenia, tutto quel che arriverà sarà oro colato.

Stella della Squadra: Jan Vesely, AG. Reduce da una stagione non facile in NBA, l’ancora di salvezza di una squadra con poco talento sarà Vesely, ala grande versatile che può anche venir spostato ad ala piccola all’occorrenza. Un buon torneo potrebbe significare più minuti in NBA; anche per questo Vesely deve provare a convincere chi ancora è scettico.

Pronostico:
Prima classificata: Spagna
Seconda classificata: Slovenia.