NBA Draft

NBA Draft 2015 Live: la tabella e la descrizione delle scelte

Come ogni anno, l’NBA Draft 2015 potrete viverlo in diretta su MY-Basket.it, con la tabella che verrà aggiornata minuto per minuto ed il commento delle scelte del primo giro. Il nostro magazine di approfondimento sul Draft potete leggerlo QUI.

PRIMO GIRO

# TEAM PLAYER COMMENTO
1  KARL
ANTHONY-TOWNS
C
Kentucky
Freshman
Atletico, completo in attacco e intrigante difensivamente, Towns è la prima chiamata annunciata. Lui e Wiggins sono pronti a creare il nuovo tandem di giovani fenomeni NBA anche perché, talento a parte, sembra che la loro convivenza possa essere perfetta. Nonostante la presenza di Pekovic, la scelta di Towns è la più ovvia e sarà presto lui a dominare il pitturato di Minneapolis.
2 D’ANGELO RUSSELL
PG/SG
Ohio State
Freshman
A livello NCAA ha giocato principalmente da guardia, ma è un giocatore dalla straordinaria visione di gioco e capacità di passaggio. In attacco, sfrutta il suo ball-handling e il suo tiro dal palleggio, anche dalla distanza, per risultare un autentico incubo per chi si trova a difendere su di lui. Un giocatore che può essere leader, soprattutto se si trasforma in playmaker. Ai Lakers potrebbe trovare un palcoscenico adatto al suo folgorante talento.
3 JAHLIL OKAFOR
C
Duke
Freshman
Il centro di Duke, fresco campione NCAA, è il centro migliore offensivamente che si sia visto negli ultimi anni. Domina offensivamente in ogni modo e contro ogni avversario. Gran rimbalzista e con una tecnica invidiabile, ha già dimostrato mentalità vincente. In difesa deve migliorare nettamente per poter diventare una stella di primo piano a livello NBA. Meritava forse la prima scelta, grande affare scelto alla 3. Philadelphia, però, con già Noel ed Embiid ora è al completo nel reparto lunghi mentre è totalmente deficitaria nel reparto esterni. La scelta quindi è andata non sul bisogno del roster ma sul miglior giocatore disponibile.
4 KRISTAPS PORZINGIS
PF
International
Classe 1995
Ottimo atleta e rimbalzista, dotato di una velocità più che discreta per la stazza, Porzingis ha scalato i Mock Draft negli ultimi mesi. Ed effettivamente è stato scelto alla numero 4. Per la disperazione dei fans dei New York Knicks presenti al Barclays Center. Ha un range di tiro che imporrà ai suoi avversari di rispettarlo anche sul perimetro. I Knicks scommettono sul suo potenziale.
5 MARIO HEZONJA
SG/SF
International
Classe 1995
I Magic sorprendono tutti lasciando passare Justise Winslow e puntando sul croato del Barcellona. Una scelta dettata probabilmente dalla volontà di avere un giocatore con un’altezza maggiore da affiancare a Elfrid Payton e Victor Oladipo. Hezonja è una guardia talentuosissima, che potrà giocare anche da ala piccola. Ottimo in transizione, gran tiratore e ha a disposizione un arsenale offensivo pressoché infinito. Può essere la star europea del futuro.
6 WILLIE CAULEY-STEIN
C
Kentucky
Junior
Ancora non si sa se Cousins resterà o no a Sacramento ma Cauley-Stein è comunque una scelta valida. Senza dubbio è il miglior difensore del Draft, sia come rim protector sia per la capacità di uscire a difendere sugli esterni. Cauley-Stein può essere il centro che Sacramento sta cercando per il dopo Cousins, seppur molto meno offensivo e più improntato sulla difesa, ma può essere anche il giocatore da affiancare a Cousins per permettergli di concentrarsi sulla fase offensiva.
7 EMMANUEL MUDIAY
PG
International
Classe 1996
Il talento congolese viene dal campionanto cinese e per questo girava qualche dubbio su di lui. Anche in Cina però ha mostrato ottime doti e soprattutto grande professionalità e per questo le impressioni sono ottime. Veloce, atletico e capace di passare come anche di tirare, ricorda un po’ John Wall e sicuramente andrà a rinforzare il reparto piccoli di Denver, specialmente se, come si vocifera, Ty Lawson verrà scambiato. Potrà giocare playmaker come anche guardia e ciò rende la scelta ancora più interessante.
8 STANLEY JOHNSON
SF
Arizona
Freshman
A Detroit serviva un’ala piccola e con Stanley Johnson vanno sul sicuro. Buon atleta ma soprattutto dotato di un ottimo fisico, l’ex Arizona è un grandissimo difensore e, seppur mediocre in attacco, spreca molto poco e raramente commette scelte scellerate nonostante la giovane età. Il potenziale sembra non essere tanto ma ricordiamoci che Detroit è una squadra che schiera un ottimo rim protector come Drummond e delle guardie atletiche con enorme lacune difensive come Jennings e Reggie Jackson, ecco perché la scelta di Johnson sembra più che sensata, appunto per limitare i buchi dei nuovi compagni di squadra.
9 FRANK KAMINSKY
C
Wisconsin
Senior
Scelta interessante quella di Charlotte. Kaminsky è un giocatore strepitoso, specialmente in attacco, ma è un atleta limitato e un difensore mediocre, con un potenziale molto ridotto. Come detto, Kaminsky è però il giocatore tecnicamente più forte e completo del Draft, sa segnare in post come dal perimetro e inoltre è un vincente e un leader nato. Il pacchetto lunghi degli Hornets è ora clamoroso: con Jefferson e Zeller, Kaminsky dà perimetralità a una squadra a cui di recente si è aggiunto anche Batum da Portland. Charlotte ha tutte le carte in regola per fare i Playoffs.
10 JUSTISE WINSLOW
SG/SF
Duke
Freshman
Incredibile crollo di Winslow in questo Draft, da sicura scelta nelle prime 5 a rischiare di uscire dalla top 10. Alla fine lo sceglie alla 10 Miami, che lo aggiunge a giocatori come Bosh e probabilmente Wade, Deng e Dragic in un roster molto interessante per esperienza, classe ed atletismo. Winslow, avendo Miami ambizioni importanti nella Eastern Conference, giocherà molto già nel suo anno da rookie in un sistema di alto livello. È un giocatore energico, rimbalzista e capace di cambiare la partita sia in difesa sia in attacco grazie alla sua tecnica e al suo fisico. Ricorda lontanamente Jimmy Butler. Scelto così in basso è una quasi certa steal, gli Heat possono aver fatto un colpo pazzesco per il proprio futuro.
11 MYLES TURNER
C
Texas
Freshman
Non sarà un lungo straordinario per movimenti offensivi, ma ha un tiro affidabile dalla media distanza, dote più che apprezzata a livello NBA. Sull’altro lato del campo, è un gran rim protector e un ottimo rimbalzista. Da vedere come si inserirà nel contesto dei Pacers, anche perché David West è in scadenza e Roy Hibbert ha la player option per rimanere anche l’anno prossimo. Quest’ultimo e Turner potrebbero quindi giocare insieme.
12 TREY LYLES
PF
Kentucky
Freshman
Trey Lyles di Kentucky è la scelta numero 12 per gli Utah Jazz. Ala grande moderna con capacità atletiche ed offensive di primo piano, andrà a completare un reparto lunghi di assoluto livello con Gobert e Favors. Lyles porta a Utah abilità offensive di livello sia come passatore che come realizzatore ed è in grado di correre bene per il campo. I maggiori dubbi per lui arrivano per la sua tenuta difensiva, in cui dovrà migliorare.
13 DEVIN BOOKER
SG
Kentucky
Freshman
Booker è il giocatore più giovane del Draft e ha un potenziale strepitoso. I Suns hanno un pacchetto di guardie paurosamente atletiche e con Booker aggiungono un tiratore perfetto, per la precisione il migliore del Draft. Nonostante la giovane età ha già un buon fisico ma non è molto atletico e ha qualche lacuna difensiva, in attacco però è notevole e il suo jumper è stupendo. Rilascio rapido e pulito, piedi sempre in ordine e ottime percentuali rendono Booker un tiratore che già può influire molto nell’attacco rapido dei Suns, che a questo punto diventano una delle squadre più pericolose della NBA dal perimetro. Inoltre il tempo è dalla parte del quarto ex Kentucky draftato in lottery.
14 CAMERON PAYNE
PG
Murray State
Sophomore
Giocatore versatile, che però vista la struttura fisica può giocare soltanto da playmaker. Buonissimo attaccante, anche dal palleggio, ha una visione di gioco interessante e può essere importante per una squadra come i Thunder che, dopo la partenza di Reggie Jackson, aveva bisogno di un elemento in grado di poter portare palla nei momenti con Westbrook in panchina, ma anche con Russell in campo. Al momento, però, alcune fonti riportano che OKC sta pensando anche ad una eventuale trade.
15 From Hawks KELLY OUBRE
SF
Kansas
Freshman
Gli Atlanta Hawks alla 15 scelgono per i Washington Wizards l’ala piccola da Kansas: Kelly Oubre. Verticale, abile in transizione, grande apertura alare, bravissimo col jumper ed è inoltre un difensore più che discreto. Può migliorare molto però è adattissimo al gioco di John Wall e di questi Wizards. Scelta molto interessante, giocatore da sviluppare ma che può dare un grande apporto nel tempo con compagni giovani e forti come Wall, Beal e Otto Porter.
16 TERRY ROZIER
PG
Louisville
Sophomore
Grande sorpresa alla scelta numero 16: i Celtics chiamano Terry Rozier. Attaccante imprevedibile e con una fisicità sottovalutata, può portare alla sua squadra un’enorme scarica di energia e punti veloci. Da valutare la possibilità di attaccare costantemente il ferro anche al piano di sopra. Per Boston si aprono scenari interessanti a questo punto: i biancoverdi nel reparto esterni hanno sotto contratto, oltre a Rozier, anche Smart, Bradley e Isaiah Thomas.
17 RASHAD VAUGHN
SG
UNLV
Freshman
I Bucks prendono uno dei giocatori più giovani di questo Draft e aggiungono al roster un attaccante di primo livello capace di segnare in ogni modo. Vaughn tira parecchio, è molto atletico e non ha moltissime soluzioni nel suo bagaglio, però è capace di segnare tanto ed è quello che serve ai Bucks per affiancare Jabari Parker, Carter-Williams e Antetokounmpo. È inoltre molto interessante anche difensivamente. La guardia ex UNLV non ha però grandi percentuali ai liberi e ha già avuto alcuni problemi fisici.
18 SAM DEKKER
SF/PF
Wisconsin
Junior
Scelta interessantissima quella dei Rockets, che decidono di non puntare su un playmaker (per quel ruolo si parla di un interessamento per Llull). Dekker è un giocatore che, per caratteristiche, potrà trovare un posto da ala grande in quintetti piccoli. Sebbene non sia noto per il suo atletismo, non ha sfigurato nei test fisici della combine. È un attaccante intelligente e completo, ma è un tiratore meno puro di quanto si potesse pensare durante il Torneo.
19 From
Hawks
JERIAN GRANT
PG
Notre Dame
Senior
In teoria sceglie Washington ma in pratica la scelta è dei Knicks. Grant nell’ultimo anno è maturato molto, sia per quanto riguarda la personalità (fu sospeso da junior) che come giocatore. Playmaker dalla grande leadership, Grant fa della velocità e della versatilità i suoi pezzi forti. Sa tirare da fuori, sa penetrare in area, sa reggere i contatti e sa passare il pallone, anche se a volte si intestardisce un po’ troppo. A New York serviva praticamente qualsiasi ruolo e, dopo Porzingis, è giusto cercare di occupare lo spot di playmaker in cui al momento c’è solo Calderon. Saprà giocare la triangolo?
20 DELON WRIGHT
PG
Utah
Senior
Dopo aver ceduto Greivis Vasquez, i Raptors virano sul leader degli Utah Utes. Wright è un playmaker nel vero senso della parola: eccelle per ball-handling e visione di gioco, regalando a Toronto un pacchetto di qualità che dalla panchina potrà essere utile per gestire l’attacco. Resta da capire quale impatto potrà avere con il tiro da fuori. Scelta intrigante e che potrà rivelarsi di successo vista la posizione all’interno del Draft.
21 JUSTIN ANDERSON
SF/SG
Virginia
Junior
Agonista, fisicamente pronto e più che discreto tiratore, Justin Anderson è probabilmente il giocatore più migliorato dell’ultima stagione NCAA. Nell’ultima stagione ha migliorato soprattutto il tiro dal perimetro e per questo sarà utilissimo a Dallas, specie per la sua abilità di giocare in transizione quanto a metà campo. Anche in difesa Anderson è migliorato molto e ha le doti fisico-atletiche per diventare un ottimo difensore. Forse ora come ora non si sa come utilizzarlo a Dallas ma la sua versatilità potrebbe facilmente permettergli di ritagiarsi un ruolo.
22 BOBBY PORTIS
PF
Arkansas
Sophomore
Un lungo come Portis scelto alla 22 può essere un affare clamoroso. Per Chicago, è una scelta di difficile lettura perché nel reparto lunghi hanno già Mirotic, Gibson, Gasol e Noah. Il nuovo coach, Fred Hoiberg, dovrà trovare gli equilibri giusti. Portis è un giocatore mobile, utile sui due lati del campo e a rimbalzo e dotato di un ottimo tiro da fuori. È nel gioco interno che non incide troppo, ma in una squadra con già Gasol e Noah è decisamente un problema secondario.
23 From Blazers RONDAE HOLLIS-JEFFERSON
SF
Arizona
Sophomore
Il classico giocatore che mette sul campo tutta l’energia che ha in corpo e forse anche qualcosa di più. I Blazers lo hanno ceduto ai Nets, dove può ritagliarsi fin da subito il suo spazio. Il suo atletismo dovrebbe permettergli, come faceva ad Arizona, di difendere anche sui giocatori più forti. Sempre attivo anche nella metà campo offensiva e maestro nel cavalcare la transizione, Hollis-Jefferson deve lavorare sul suo tiro da fuori per diventare un giocatore completo. Comunque gran presa a questo punto del Draft.
24 From
Cavaliers
TYUS JONES
PG
Duke
Freshman
Tyus Jones è un playmaker di grande qualità e intelligenza, un giocatore che in America chiamerebbero field general. Probabilmente è il miglior giocatore del Draft nel gestire i pick&roll, un passatore sopraffino e un tiratore più che discreto che per di più si scalda nei momenti decisivi. La scelta è stata girata a Minnesota e Jones si ritroverà quindi a dare il cambio a Rubio. Come Rubio, Jones ha qualche problema in difesa ma è un tiratore migliore e i pick&roll con Towns si prospettano parecchio interessanti.
25  JARELL MARTIN
PF
LSU
Sophomore
Atleta spaventoso, grande saltatore. Jarell Martin può difendere su più ruoli, ma si lascia andare troppo spesso a distrazioni. Talvolta esagera nelle scelte offensive e difensive. Per questo Memphis può essere il contesto adatto a lui per la grande capacità di Joerger di disciplinare i suoi giocatori e valorizzarli per quelle che sono le loro qualità migliori. La scelta sembra essere coerente con le necessità di roster, anche se resta il punto di domanda sull’eventuale partenza di Gasol. Il dubbio su Martin è uno: riuscirà a rendere anche in un attacco a metà campo? È infatti leggermente undersized per il ruolo di ala forte e abituato a giocare in transizione.
26  NIKOLA MILUTINOV
C
International
Classe 1994
Milutinov è un prospetto interessante, in pieno stile Spurs. San Antonio punta ancora una volta su un europeo che non verrà necessariamente firmato fin da subito. Le sue qualità migliori sono sul pick and roll, dove risulta essere un ottimo bloccante e rollante. Anche in difesa, legge bene questa situazione. Ha buona visione di gioco, discreto atletismo e si fa valere nel prendere posizione in attacco. Deve migliorare i movimenti spalle a canestro e la meccanica di tiro.
27 LARRY NANCE JR.
PF
Wyoming
Senior
È un’ala grande atipica, nel senso che, pur avendo a disposizione un atletismo smisurato che lo porta a schiacciate eccezionali, in attacco si mette in mostra più per il catch-and-shoot (occasionalmente anche dall’arco) che per il gioco interno. E pure in difesa è più efficace sul perimetro che nel pitturato. Giocatore versatile, la sua scelta sembra essere complementare alla presenza nel roster di Julius Randle. Coppia interessante per i Lakers.
28  R.J. HUNTER
SG
Georgia State
Junior
Hunter è diventato il primo giocatore di Georgia State a essere scelto al Draft. Il figlio del coach si ritrova quindi in una squadra stracolma di guardie ma lui, a differenza degli altri, è un numero due puro e fa del tiro da fuori la sua arma principale. Fisicamente deve essere costruito, è infatti notevolmente sottopeso e dovrà passare parecchio tempo in sala pesi. A Boston però serviva come il pane un tiratore perimetrale e per questo Hunter potrebbe trovare spazio fin dai primi momenti della sua carriera NBA.
29  CHRIS MCCULLOUGH
PF
Syracuse
Freshman
Giocatore di atletismo e di istinti, McCullough ha terminato con largo anticipo la stagione per un infortunio al crociato. Non ha propriamente la stazza per giocare in difesa da ala grande in NBA e offensivamente è tutto da costruire, ciò non toglie che la sua versatilità gli consente di uscire anche con profitto sugli esterni in caso di cambi. Può essere una minaccia sulle traiettorie di passaggio, vista l’impressionante apertura alare, e di conseguenza in transizione. Al momento Brooklyn ha un reparto lunghi sguarnito, con solo Mason Plumlee sotto contratto e Brook Lopez che dovrà decidere se esercitare o meno la player option.
30  KEVON LOONEY
PF
UCLA
Freshman
Looney è un rimbalzista clamoroso nonostante sia leggermente undersize per il ruolo e decisamente sottopeso, problema a cui rimedia grazie all’atletismo e alla braccia lunghissime. Sa correre e sa trattare discretamente il pallone ma spesso esagera e finisce per combinare errori evitabili. Come tiratore sta migliorando ma la strada per diventare costante è ancora lunga. Come detto, dovrà lavorare in palestra se vorrà giocare nel suo ruolo naturale, l’ala grande, oppure dovrà migliorare come difensore perimetrale se vorrà rendersi utile anche come numero tre o come opzione contro i quintetti piccoli.

 

 

 

 

 

SECONDO GIRO

# TEAM PLAYER
31 From
T-Wolves
CEDI
OSMAN

SF
International
Classe 1995
32 MONTREZL
HARRELL

PF
Louisville
Senior
33 JORDAN
MICKEY

PF/C
LSU
Sophomore
34 ANTHONY
BROWN

SF
Stanford
Senior
35 From
Sixers
GUILLERMO
HERNANGOMEZ
C
International
Classe 1994
36 From
T-Wolves
RAKEEM
CHRISTMAS

PF/C
Syracuse
Senior
37 RICHAUN
HOLMES

PF
Bownling Green
Senior
38 DARRUN
HILLIARD

SG
Villanova
Senior
39 From
Hornets
JUAN
VAULET

SF
International
Classe 1996
40 JOSH
RICHARDSON

SG
Tennessee
Senior
41 PAT
CONNAUGHTON

SG
Notre Dame
Senior

42

OLIVER
HANLAN

PG/SG
Boston College
Junior
43 JOSEPH
YOUNG

SG
Oregon
Senior
44 From
Suns
ANDREW
HARRISON

PG
Kentucky
Sophomore
45 MARCUS
THORNTON

PG
William & Mary
Senior
46 From
Bucks
NORMAN
POWELL

SG
UCLA
Senior
47 ARTURAS
GUDAITIS

C
International
Classe 1993
48 DAKARI
JOHNSON

C
Kentucky
Sophomore
49 AARON
WHITE

PF
Iowa
Senior
50 MARCUS
ERIKSSON

SG
International
Classe 1993
51 TYLER
HARVEY

SG
East. Washington
Junior
52 SATNAM
SINGH

C
International
Classe 1995
53 SIR’DOMINIC
POINTER

SF
St. John’s
Senior
54 From
Jazz
DANIEL
DIEZ

SF
International
Classe 1993
55 CADY
LALANNE

PF
Massachusetts
Senior
56 BRANDEN
DAWSON

PF
Michigan State
Senior
57 NIKOLA
RADICEVIC

PG
International
Classe 1994
58 J.P.
TOKOTO

SG
North Carolina
Junior
59 DIMITRIOS
AGRAVANIS

PF
International
Classe 1994
60 LUKA
MITROVIC

PF
International
Classe 1993