NBA

NBA Stats – Antetokounmpo dietro solo a Magic, Warriors storici anche nella sconfitta

Tra le 10 partite della giornata NBA spicca certamente la prima sconfitta casalinga stagionale dei Warriors, regolati a domicilio dai Celtics (106-109 il finale alla ORACLE Arena); si chiude così la striscia positiva di 54 vittorie casalinghe consecutive che durava dal 27 gennaio 2015 e si complica anche la corsa all’eguagliare le 72 vittorie stagionali dei Bulls ’95/’96, poiché ora Golden State deve vincere quattro delle ultime sei partite in programma. Nonostante la sconfitta, però, i Warriors scrivono un altro record, sebbene non proprio positivo, diventando la prima franchigia nella storia NBA a perdere un match casalingo in cui aveva realizzato almeno 20 triple (GS aveva ottenuto solamente vittorie, 15, finora); peraltro, Golden State era 17-0 quando Curry realizza almeno 8 triple (contro i Celtics chiude 8/14 dalla lunga distanza, superando Glen Rice per la 20° posizione tra i migliori realizzatori di triple all-time). Per darvi un’idea dell’eternità trascorsa dall’ultima sconfitta casalinga dei Warriors, si consideri che dal 27/01/15 ad oggi la NFL ha visto due diversi team vincere il SuperBowl, Tiger Woods è scivolato dalla 47° alla 472° posizione nel ranking mondiale di golf e i 76ers hanno perso 42 partite casalinghe. Da segnalare, poi, il terzo quarto fantascientifico di Curry, che realizza 21 punti con 6/6 da tre e portando a nove le volte stagionali in cui è riuscito a segnare almeno 20 punti in un solo quarto di gioco: nessun giocatore NBA è riuscito a fare la stessa cosa per più di tre volte in stagione. Con i 22 punti realizzati, infine, Isaiah Thomas arriva alla 15° gara consecutiva come miglior realizzatore dei Celtics, estendendo così il record di franchigia, mentre Marcus Smart riesce finalmente a trovare un canestro dalla lunga distanza dopo che, nelle ultime cinque, era 0/16 da tre punti.

LeBron James continua la sua scalata nella lista dei migliori marcatori di sempre e sfiora la tripla-doppia (mancherebbe 1 solo assist) nella vittoria dei Cavs ad Atlanta (108-110 dopo un overtime); James supera Robertson di una lunghezza (26 711, contro i 26 710 di “The Big O”) e si issa all’undicesimo posto nella lista dei migliori marcatori di sempre, ma non solo perché grazie ai 16 rimbalzi conquistati passa Kobe Bryant e Spencer Haywood per entrare nella top-100 dei migliori rimbalzisti di sempre (99° posizione). Era dal gennaio 2013 (sfida contro i Boston Celtics) che James non chiudeva un match con almeno 25 punti e 15 rimbalzi: sceglie la serata migliore, stabilendo record personali importanti e conducendo i Cavs alla 54° vittoria stagionale e a un primo post a Est sempre più vicino.

Nella vittoria casalinga dei Bucks sui Magic (113-110 al BMO Harris Bradley Center di Milwaukee), Giannis Antetokounmpo piazza la quinta tripla-doppia stagionale (18 punti, 11 rimbalzi e 11 assist) e si piazza dietro Magic in una particolare classifica; infatti, solamente Magic è riuscito a realizzare più triple-doppie in una stagione prima di aver compiuto 22 anni (sette nella stagione 1979/1980 e sei in quella 1980/1981). Nella vittoria è fondamentale il contributo di Jabari Parker, autore di 26 punti (12/14 dal campo), 7 rimbalzi e 5 assist oltre al canestro che sostanzialmente vale la vittoria per i padroni di casa, prima che Fournier sbagli la tripla del possibile pareggio e conseguente overtime.

Infine, non c’è pace per i 76ers che perdono anche a Charlotte (100-91 il risultato in favore degli Hornets) e bissano la stagione 1972/1973 per essere riusciti ad avere 4 filotti di almeno 10 sconfitte consecutive nella stessa stagione, assicurandosi il peggior record della Lega e arrivando all’invidiabile record di 3-36 in trasferta. Altra prova più che convincente per Batum (un amico l’ha definito un Bodiroga più atletico, per movenze e letture, per cui ci sarà da lavorare in merito a tale folle idea), autore di 19 punti (8/17 al tiro) e 7 assist, mentre per i 76ers va segnalata la doppia-doppia di Elton Brand (13 punti e 11 rimbalzi).