A 20 anni, Davis è superiore a leggende e campioni NBA: la lega sarà sua?

Anche se i Pelicans sono lontani dall’essere una contender, almeno hanno la certezza di poter costruire un bel futuro attorno al fenomenale Anthony Davis, che sta dominando la NBA al suo solo secondo anno nella lega. Vederlo in campo ultimamente è un vero piacere per gli occhi: anche stanotte è stato determinante nella vittoria di New Orleans per 100-89 sui Cavaliers, mettendo a referto 30 punti con 12/18 dal campo, 7 rimbalzi, 3 assist e addirittura 8 stoppate! L’unica casella statistica inchiodata a quota 0 è stata quella delle palle perse, il che non è affatto un male.

Con stanotte sono tre le partite in stagione in cui Davis ha messo a referto almeno 8 stoppate: a dir poco incredibile, ma lo è addirittura di più se si considera che nessun altro giocatore nella NBA è riuscito ad avvicinare una simile statistica in questa stagione. Non siete ancora del tutto sbalorditi? Allora basterà ricordare che Davis ha solo 20 anni: alzi la mano chi s’immaginava che potesse essere così forte e determinante alla sua seconda stagione nella NBA. I Pelicans hanno senza ombra di dubbio una superstar in squadra, se nei prossimi anni saranno bravi a costruirgli una buona squadra attorno, si leveranno certamente belle soddisfazioni.

Davis può fare veramente tutto su un campo di basket. E lo diciamo seriamente, perché già adesso è una miscela unica di stazza fisica, atletismo, intelligenza cestistica, grazia, esplosività. Davvero pochi giocatori nella storia della NBA sanno fare quello che lui è in grado di fare, ovvero tutto. Il prodotto di Kentucky è un fattore su entrambi i lati del campo: le stoppate e le rotazioni difensive gli vengono naturali, sono come bere un bicchiere di latte al mattino, ed il modo in cui sa proteggere il canestro è fuori dal comune. Questo perché non solo è lungo, ma è anche molto rapido. In attacco poi è una minaccia sia spalle che fronte a canestro, è veramente difficile da marcare.

Questa stagione Davis sta viaggiando con 20.1 punti, 10.5 rimbalzi, 1.3 assist, 1.6 recuperi e guida la NBA con 3.1 stoppate di media a partita. Solo altri due giocatori nella storia della NBA hanno per lo meno eguagliato la produzione di Davis: si tratta di Hakeem Olajuwon (9 volte) e David Robinson (6 volte). Entrambi sono Hall of Famers e due volte campioni NBA, ma nessuno dei due ha mai fatto registrare delle statistiche così incredibili prima dei 23 anni, il che dovrebbe far capire quanti margini di crescita abbia ancora il 20enne Anthony.

Davis è anche l’unico giocatore di sempre ad aver registrato almeno 1500 punti, 890 rimbalzi, 130 recuperi e 225 stoppate in 100 partite. E se continua a viaggiare con un PER di 26.2, può segnare il record assoluto in questa particolare voce tra i 20enni che hanno giocato almeno 20 partite, superando Shaquille O’Neal (22.9), Chris Paul e LeBron James (22.1). Insomma, nella sua seconda stagione da pro, Davis si è già messo sullo stesso piano di leggende e campioni della NBA: tutto fa pensare che questo sia solo l’inizio e che presto la lega sarà sua.