Bynum sospeso dai Cavaliers, che valutano il taglio. E se la carriera di Andrew fosse al capolinea?

Andrew Bynum è stato sospeso per una condotta dannosa nei confronti della squadra. Ad annunciarlo è stato Chris Grant, general manager dei Cavaliers. L’ex Lakers non ha viaggiato con la squadra verso Boston per la partita con i Celtics, in programma stanotte, ed è stato sospeso a tempo indeterminato da tutte le attività.

Bynum ha fatto 24 apparizioni in questa stagione, 19 partendo dal quintetto, e sta viaggiando con una media di 8.4 punti, 5.3 rimbalzi e 1.2 stoppate in 20 minuti di media a partita. Inoltre, sta tirando con il 42% dal campo, bel al di sotto del 55.7% in carriera, ed è reduce da due prestazioni indecenti, in particolare quella contro i Pistons, quando ha chiuso con 0/11 al tiro. Bynum ha due ginocchia messe abbastanza male, che lo hanno costretto a saltare l’intera scorsa stagione, rendendolo molto impopolare tra Philadelphia e dintorni. Al momento è ben lontano dall’essere quel giocatore dominante visto spesso in maglia Lakers, ma per uno della sua stazza e del suo talento un posto nella NBA ci sarà sempre. I Cavaliers, però, sembrano averne già abbastanza di lui, tanto che nei prossimi giorni potrebbero decidere di tagliarlo e di risparmiare qualche soldo prima che il suo contratto diventi garantito a partire dal 7 gennaio (dovrebbero risparmiare 18 dei 24 milioni del suo biennale, ndr).

Stando a quanto riportato da Adrian Wojnarowski di Yahoo! Sports, in estate i Cavs erano convinti che Bynum potesse essere recuperato e diventare di conseguenza una pedina fondamentale per il team, ma in molti si erano accorti che lo stravagante centro non avesse grandi motivazioni durante la sua fase di riabilitazione. Secondo delle fonti vicine al giocatore, Bynum addirittura non vorrebbe più giocare a basket, sport che non amerebbe abbastanza da farne una priorità assoluta.

Il taglio da parte dei Cavaliers sembra essere al momento più di una possibilità, ma comunque ci sono una decina di giorni per pensarci su. Cleveland al momento è una delle maggiori delusioni stagionali ed ha un record di 10-18, ma ha la fortuna di essere nella Eastern Conference e di avere una stella quale è Kyrie Irving che può renderli pericolosi con o senza Bynum.