Dai “Big Three” ai “Sad Three”: sarà una stagione dura per i Celtics

A volte un’immagine vale di più mille parole: è questo il caso dei Celtics. Quest’oggi sono stati presentati quelli che sono già stati definiti i “Sad Three”: Boston ha postato l’immagine su Instagram del momento in cui Keith Bogans, MarShon Brooks e Kris Humphries hanno ricevuto le maglie che indosseranno nella prossima stagione. Al di là delle frasi standard che vengono pronunciate in queste conferenze stampa di presentazione, in questo caso le espressioni dei tre giocatori lasciano intendere quella che sarà la stagione dei Celtics: sicuramente difficile, forse addirittura triste dal punto di vista dei risultati. Se Humphries ha provato almeno a fare un accenno di sorriso al momento della foto, Bogans e Brooks avevano degli sguardi completamente persi del vuoto.

A che cosa staranno pensando? Con certezza non lo sapremo mai, ma possiamo fare delle ipotesi. Innanzitutto staranno riflettendo su quanto sarà difficile giocare in una squadra che sta subendo una rifondazione a dir poco drastica e che difficilmente potrà competere per un posto nei playoff nella prossima stagione. Poi staranno pensando alla grande pressione che hanno sulle spalle, dato che sono arrivati a Boston in sostituzione di due stelle e soprattutto di due idoli della piazza, quali sono Paul Pierce e Kevin Garnett.

Insomma, nel giro di un paio di stagioni i Celtics sono passati dai “Big Three” ai “Sad Three”, che tra l’altro potrebbero rimanere per poco tempo insieme, dato che i verdi possono tenere nel roster solo 15 giocatori: almeno uno tra Bogans e Brooks, infatti, potrebbe lasciare Boston prima dell’inizio della nuova stagione. Ironia a parte, per quanto ora i tifosi possano star male per l’addio dei propri beniamini, la rifondazione non poteva più essere rimandata: la prossima si prospetta una stagione di transizione, poi dovrà essere brava la dirigenza a rendere nuovamente competitivi i Celtics nel giro di pochi anni.