Il Most Improved Player of the Year e quei voti per Melo e Durant…

Il premio di giocatore maggiormente migliorato dell’anno viene generalmente dato a quei giocatori che hanno compiuto il definitivo salto di qualità, passando da buoni giocatori a uomini fondamentali per la squadra; anzi, quest’anno per la verità il vincitore, Paul George, si è trasformato da già ottimo giocatore a superstar. Probabilmente è una curiosità che lascia il tempo che trova, ma è sempre divertente cercare di analizzare le mille sfaccettature del mondo NBA: nella lista dei votati troviamo anche i nomi eccellenti di Anthony e Durant.

Carmelo Anthony, al di là della solita capacità realizzativa, ha dimostrato una maturità senza precedenti nella sua carriera, conducendo la sua squadra al secondo posto nella Eastern Conference. Ha ricevuto un voto come Most Improved Player of the Year, ma a nostro avviso un giocatore già cinque volte All-Star potrebbe essere considerato tale solo diventando Michael Jordan! Discorso simile per Kevin Durant, che ha ricevuto un voto come secondo e un voto come terzo. Dei miglioramenti nel suo gioco si sono visti sul serio nel corso di questi anni: ha aumentato il numero delle stoppate, ma anche quello degli assist (4.6 di media quest’anno, massimo in carriera). Ma, anche in questo caso, parliamo di un giocatore che già l’anno scorso aveva trascinato la sua giovane squadra alle NBA Finals. Il suo rendimento non è propriamente una sorpresa.

Photo: espn.go.com