Kobe operato, fuori 6-9 mesi: l’obiettivo è l’inizio della prossima stagione

Non ha perso tempo Kobe Bryant, che si è immediatamente sottoposto ad un intervento chirurgico per la ricostruzione del tendine d’Achille, rotto durante il match vinto ieri contro i Warriors. I Los Angeles Lakers hanno comunicato che l’operazione è andata per il meglio e che la stella gialloviola dovrà star fuori da un minimo di sei fino a nove mesi.

Secondo il preparatore atletico, Gary Vitty, l’obiettivo è di rimettere Kobe in piedi per l’inizio della stagione 2013/14: ovviamente il n.24 ha accettato la sfida. Dolorante dopo l’infortunio, il 34enne ha comunque escluso che quanto accaduto possa indurlo a porre fine a una lunga e sfolgorante carriera che lo ha consacrato cinque volte campione Nba (2000, 2001, 2002, 2009, 2010) e due volte olimpionico (Pechino 2008 e Londra 2012). “Ci sono un sacco di giocatori che hanno avuto questo stesso infortunio, dunque posso farcela”, si è ripromesso.