La giuria di My-basket.it dice la sua sui primi 11 free agent della stagione

Lo abbiamo fatto per i playoff, ora torniamo a dire la nostra opinione sui pezzi grossi che cercheranno contratto a partire da domani. Andiamo a vedere le principali mete di LeBron e soci, secondo la redazione di My-basket.it.

1) LEBRON JAMES – Ovvio che tutto il mondo lo guardi con particolare attenzione, soprattutto perché a distanza di quattro anni lo show riprende e lui in primis non vuole fare una seconda “Decision”. Le voci sono tante e non si sono sprecate nemmeno ipotesi di sign and trade, in primis i Clippers che manderebbero in Florida Blake Griffin. Dall’idea dei Lakers per aiutare Kobe a vincere, al rinnovo con gli Heat, fino alla romantica ipotesi del ritorno a casa, nella sua Cleveland e passando per Houston. Attenzione, però, ai Suns, che presenteranno la loro offerta al Prescelto e vogliono fare un mercato in grande.
LA GIURIA DICE: HEAT (4 voti), CAVALIERS e LAKERS (1 voto)

2) CARMELO ANTHONY – “Non voglio il massimo salariale”. Lo ha dichiarato lui a Phil Jackson, perché sa che a 30 anni conta più vincere il titolo che non versare milioni sul conto in banca. Anche qui emergono i Lakers, ma soprattutto i Bulls e Houston, che hanno sacrificato molto sul mercato per poter arrivare a lui. In attesa dell’amnesty di Boozer. Parlando di Chicago, Derrick Rose non farà nulla per convincerlo a venire: “Se da free agent vorrà venire a Chicago, firmerà”.
LA GIURIA DICE: BULLS (3 voti), HEAT e KNICKS (1 voto)

3) CHRIS BOSH – Lui ha dichiarato poco tempo fa di voler giurare fedeltà a Miami ed è uscito dal contratto per rifirmare poi (stando alle voci) a cifre inferiori. Non ha cercato altre proposte, ma qualora i primi due non venissero, Kobe sarebbe ben felice di accoglierlo. Lui non ci pensa ed è partito per le vacanze.
LA GIURIA DICE: HEAT (3 voti), KNICKS (1 voto)

4) DWYANE WADE – E’ la bandiera degli Heat e vederlo con un’altra casacca sarebbe fin troppo strano. Se le ginocchia non rispondessero più come prima, non è da escludere (fantascienza) il ritiro.
LA GIURIA DICE: HEAT (4 voti)

5) PAU GASOL – La telenovela sulla sua cessione, da domani mattina, sarà finita. Dallas si è fatta avanti alla sua porta e formare un duo di lunghi dal tiro facile con il bavarese è allettante. D’altro canto, lo rivogliono gli ex soci ai Knicks, che hanno anche portato alla loro corte il suo play della nazionale, Calderon. O forse Los Angeles non vuole chiudere la soap opera.
LA GIURIA DICE: KNICKS (3 voti), LAKERS (1 voto)

6) LUOL DENG – Una cosa è certa: non sarà un Cavalier. Ora resta da vedere cosa sarà; l’ex Duke ha estimatori per tutta la Lega. Washington è prima in lista, anche perché aveva cercato di acquisirlo nella passata offseason; a seguire Dallas, Phoenix, Minnesota, Lakers (sempre loro) e più recentemente Atlanta, che con la trade fatta questa notte ha liberato spazio nel cap per poterlo accogliere. Il problema? Con il suo corpo, ha chiesto un quadriennale da 10 milioni a stagione …
LA GIURIA DICE: WIZARDS (3 voti), WARRIORS (1 voto)

7) RAYALLEN – Un altro immortale, come Tim Duncan. Aveva contemplato il ritiro, ma sembra che rimarrà a giocare ancora per una stagione. Magari per vincere il terzo titolo della sua carriera.
LA GIURIA DICE: HEAT (3 voti), CELTICS (1 voto)

8) PAUL PIERCE – La sua stagione ai Nets ha fatto vedere che vale ancora qualcosa. Dipenderà molto da quello che farà Garnett, e si parlava anche dell’approdo in maglia Clippers, ma in molti sperano in un ritorno di fiamma con la divisa biancoverde.
LA GIURIA DICE: CELTICS (2 voti), CLIPPERS (1 voto)

9) LANCE STEPHENSON – “Non lo so”. Le dichiarazioni di Paul George, quando dopo gara 6 gli hanno chiesto cosa avrebbe fatto “Born – Ready”, esprimevano dubbi sul fatto che il soffiatore della NBA sarebbe rimasto con la casacca dei Pacers. L’idea, però, è che se mettesse la testa a posto farebbe ancora comodo a Bird. Intanto hanno preparato un film sulla sua carriera ad Indiana e non hanno esteso la qualifing offer ad Evan Turner, con i quali il newyorkese ha avuto dei dissensi.
LA GIURIA DICE: PACERS (4 voti)

10) ERIC BLEDSOE – I Suns senza di lui hanno perso e si sono giocati la qualificazione ai playoff. In questa prima stagione in maglia Phoenix ha fatto vedere di formare una splendida coppia con Dragic. In Arizona sperano che sia la prima di molte.
LA GIURIA DICE: SUNS (3 voti)

11) KYLE LOWRY – La grana maggiore tra quello che non si chiamano James o Anthony. Vuole rimanere, e Masai Ujiri vorrebbe riconfermarlo. L’altro giorno lo davano agli Heat in un sign and trade che avrebbe portato Norris Cole in Canada. Pochi minuti dopo si è scoperto essere una bufala. Intanto, però, i Raptors hanno preso Lou Williams da Atlanta. Segnale di addio o di rinforzo, per il nostro?
LA GIURIA DICE: RAPTORS (3 voti), HEAT (1 voto)

Chi cambierà maglia? Diteci la vostra, su quello che sarà il mercato più atteso dell’intera stagione!