Le 10 sconfitte più imbarazzanti della stagione dei Knicks

Con i playoffs ormai alle porte, facciamo un passo indietro e ripercorriamo la disastrosa stagione dei New York Knicks. In una Eastern Conference poco competitiva come forse mai era accaduto in passato, la franchigia della Grande Mela ha disatteso tutte le attese importanti che tifosi e addetti ai lavori nutrivano su di lei. Andiamo a vedere le 10 sconfitte peggiori della stagione dei Knicks, tendendo presente il valore dell’avversario, il modo in cui è maturata la sconfitta e l’importanza della partita.

#10 – 14 NOVEMBRE, ROCKETS-KNICKS 109-106
Qualche segnale della stagione disastrosa che si stava per compiere New York l’ha potuto cogliere già ad inizio stagione con una sconfitta come questa. Contro una delle migliori squadre della lega, i Knicks in back-to-back sono andati in difficoltà in difesa, in particolare sugli esterni avversari, concedendo 36 punti ad Harden e 21 all’ex Lin. Ma nonostante ciò, per poco non hanno portato a casa una vittoria incredibile: con 5 secondi dal termine, Anthony ha fatto centro da oltre l’arco ed ha subito anche il fallo, per un gioco da quattro punti che sarebbe valso il sorpasso. Ma gli arbitri hanno vanificato tutto, decidendo che il fallo era avvenuto prima del tiro. Decisione molto discutibile e primo di tanti finali amarissimi per i Knicks. VIDEO

#9 – 22 GENNAIO, SIXERS-KNICKS 110-106
Al momento, quella sconfitta per quanto deludente non sembrava essere una delle più imbarazzanti, dato che le squadre erano arrivate alla partita con record simili. Poi però vedi che Phila perde 29 delle successive 30 partite, eguagliando il record della lega con 26 ko consecutivi e qualche domanda inizi a fartela. O quantomeno ti chiedi come diamine hai fatto a perdere contro questi Sixers. Il fatto che questi Knicks, con una superstar pienamente riconosciuta ed un roster costoso quanto ambizioso, non siano riusciti a battere i Sixers, in piena ricostruzione e con il solo MCW a predicare nel deserto, è una macchia pesantissima. Inoltre, a rendere ancora più imbarazzante quel ko è l’assurda giocata di Bargnani, che si è schiantato contro due difensori cercando la schiacciata e si è infortunato seriamente al gomito. 

#8 – 3 MARZO, BUCKS-KNICKS 101-98
Perdere contro la Milwaukee di quest’anno se si hanno ambizioni importanti è già di per sé una vergogna, ma farlo contro una squadra che si è presentata alla sfida con sole otto vittorie in stagione dopo più di metà stagione è qualcosa di assurdo. I Knicks hanno mostrato tutto il loro talento nel rendere competitivi anche i più umili avversari e si sono ritrovati addirittura sotto di 10 nell’ultimo quarto. Il solito Melo tutto cuore e talento con 17 punti negli ultimi 10’ ha rimesso le cose apposto, ma Brandon Knight ha indovinato il game-winner da oltre l’arco che ha costretto New York al ko. VIDEO

#7 – 16 DICEMBRE, WIZARDS-KNICKS 102-101
Quanti finali di questo tipo abbiamo visto nelle partite dei Knicks. Tanti, troppi, e contro i Wizards a dicembre non c’è stata eccezione. Nell’ultima azione di Washington, Beal ha bruciato Udrih ed ha trovato via libera per appoggiare due comodi punti a canestro: magari un aiuto difensivo lo si poteva anche fare, eh. Ma il capolavoro massimo viene subito dopo: a sette secondi dalla fine, New York incredibilmente non chiama timeout (avrebbe poi battuto direttamente a centrocampo). Melo allora attraversa con troppa tranquillità la metà campo e si trova a dover prendere un tiro assurdo da oltre l’arco, che ovviamente non entra. VIDEO

#6 – 21 FEBBRAIO, MAGIC-KNICKS 129-121
In questa occasione non solo hanno perso all’overtime contro una delle peggiori squadre dell’Est, ma hanno anche regalato una delle giocate più assurde e ridicolizzate della stagione. Verso la fine dei 5’ aggiuntivi, con il punteggio in parità, Felton ha alzato il pallone per la facile schiacciata di Chandler, il quale però è rimasto appeso al canestro ed ha fatto in modo che la palla entrasse ed uscisse dal canestro. Risultato? Interferenza offensiva, una cosa che in molti non avevano mai visto nella loro vita. Con quel canestro i Knicks avrebbero potuto vincere, invece hanno poi perso nel secondo overtime. VIDEO

#5 – 20 NOVEMBRE, PACERS-KNICKS 103-96
A quel tempo i Knicks erano ancora considerati una delle migliori squadre dell’Est ed il remake della semifinale playoffs della scorsa stagione era un modo per testare i progressi della squadra. New York allora si è dimostrata all’altezza della sfida, tendendo testa ad Indiana nonostante un grande Paul George. Avanti di tre a pochi secondi dal termine, i Knicks hanno trovato il modo di rovinare tutto: Shumpert ha fatto un fallo da “pollo” sul tentativo da tre punti di George, regalando così a quest’ultimo i liberi del pareggio. Nell’overtime poi la stella dei Pacers ha firmato 9 punti e messo ko gli avversari. VIDEO

#4 – 4 APRILE, WIZARDS-KNICKS 90-89
Nonostante la stagione a dir poco deludente, i Knicks sono rimasti in lizza per l’ultimo posto playoffs grazie al crollo verticale degli Hawks. Nella notte del 4 aprile, New York ha avuto la possibilità di eguagliare il record di Atlanta: dopo aver condotto per gran parte della partita, Beal ha segnato 11 dei 13 punti finali dei Wizards e li ha portati avanti di 1 a 20 secondi dal termine. Ed ecco che i tifosi Knicks hanno potuto riassistere ad una scena ormai familiare: nel possesso finale Melo ha pasticciato con il pallone e lo ha perso. A recuperarlo è stato Smith, che però ha avuto giusto il tempo di spararlo da lontanissimo senza neanche prendere la mira. Anche in questo caso, l’epilogo potete immaginarlo: sconfitta in una partita cruciale. VIDEO

#3 – 25 MARZO, LAKERS-KNICKS 127-96
A differenza delle sconfitte che abbiamo analizzato finora, la debacle di marzo contro i Lakers non è dipesa da un’ultima azione disastrosa. In quell’occasione, New York si è decisamente superata con un intero quarto che definire vergognoso è quasi un complimento. Contro una squadra allo sbando come quella dei Lakers, la difesa dei Knicks si è presa 12 minuti di ferie tutt’altro che meritate ed ha concesso un record di 51 punti. CINQUANTUNO. E così uno svantaggio di 8 lunghezze si è trasformato di colpo in -28. Non c’è bisogno di aggiungere altro. VIDEO

#2 – 3 GENNAIO, ROCKETS-KNICKS 102-100
Qui i Knicks hanno quasi raggiunto l’apice della loro deludente stagione con una giocata di un’ignoranza incredibile. Una roba del genere probabilmente non la si vede neanche al minibasket: con la gara in perfetta parità, Chandler ha strappato un rimbalzo offensivo fondamentale a 23 secondi dal termine, dando la chance ai Knicks di tenere il pallone per organizzare l’ultimo attacco della partita. Ma Smith contro ogni logica dopo soli due secondi si è sparato la tripla dalla punta, non riuscendo ad infilarla: i Rockets hanno così ringraziato per il regalo, prendendo il rimbalzo e subendo il fallo per i due liberi della vittoria. VIDEO

#1 – 23 MARZO, CAVALIERS-KNICKS 106-100
Non sarà la sconfitta più assurda della stagione, ma questa per importanza è certamente la più importante. I Knicks sembravano essersi risollevati a metà marzo con un filotto di 8 vittorie consecutive, tra l’altro anche abbastanza convincenti. Il 23 marzo hanno avuto una grande occasione per allungare ulteriormente la striscia in un match casalingo con i Cavaliers, una squadra 18 partite sotto il 50% di vittorie e senza il suo miglior giocatore, Irving. Nel primo tempo tutto è andato come previsto, con i Knicks avanti di 15 lunghezze. Poi, però, New York è tornata ad essere la squadra da schiaffi in faccia: in particolare, la scarsissima difesa di Felton ha fatto improvvisamente diventare un fenomeno Jack, autore di 22 punti nel secondo tempo e del jumper a 25 secondi dal termine che ha concluso l’improbabile rimonta di Cleveland che ha frenato la striscia dei Knicks.