L’Inter ha il suo regista: Steve Nash giocherà negli USA con i nerazzurri

Steve Nash metterà da parte la maglia gialloviola ed indosserà quella nerazzurra dell’Inter, almeno per 24 ore. Il playmaker canadese, infatti, verrà provato da uno dei più famosi club della Serie A di calcio, in occasione del Guinness International Champions Cup che si svolgerà nel New Jersey dal 6 agosto. “E’ un sogno che si avvera avere la possibilità di scendere in campo con l’Inter, una delle squadre più popolari del mondo – ha dichiarato il regista dei Lakers – Mi sento felice come un bambino”.

Nash non ha mai nascosto il suo amore per il calcio e soprattutto la sua abilità con un pallone tra i piedi: non a caso in un’intervista di qualche anno fa, dichiarò che avrebbe potuto tranquillamente giocare a calcio ad alti livelli, ma di aver preferito alla fine il basket. Tra l’altro la scelta di indossare il n.10, che nella pallacanestro non ha lo stesso peso che ha nel calcio, è un chiaro omaggio al suo idolo calcistico, che risponde al nome di Zinedine Zidane.

“Di tanto in tanto sento un po’ di nervosismo prima di una partita di basket – ha aggiunto – mentre in campo sono sempre concentrato e sereno. Stavolta, però, sarà tutto diverso: la sola idea di giocare con l’Inter mi rende molto nervoso, ma anche eccitato”. Nella sua prima stagione con i Lakers, Nash non ha brillato, chiudendo a 12.7 punti e 6.7 assist di media: per la prima volta dal 2008, ha chiuso con meno di 10 assist a partita. C’è da dire, però, che non è stato in grado di esprimersi ai suoi livelli a causa di diversi infortuni, che lo hanno costretto a saltare 32 partite di regular season e la serie playoff contro gli Spurs. Il fatto che Nash giocherà a calcio, non può che far sorridere i Lakers: significa che ha recuperato dai problemi fisici e che ora si sente bene.