L’ultima volta che Derrick Rose è sceso in campo…

Dopo aver saltato l’intera stagione 2012-2013 per il celebre infortunio risalente ai playoffs del 2012, Derrick Rose nel corso del suo tour estivo sta cercando di fugare ogni dubbio riguardo al suo completo recupero. “Dovrei essere in grado di giocare fin dalla prima partita di regular season – ha detto ai giornalisti presenti alla tappa in Spagna – adesso non vedo l’ora di giocare, dato che mi sento al 100%”.

Negli ultimi mesi le critiche e le battute ironiche su Rose si sono sprecate: sia a diversi addetti ai lavori che ai tifosi non è andato giù il fatto che, seppur dichiarato fisicamente pronto per scendere in campo, abbia deciso di non disputare i playoffs. Adesso, però, il n.1 dei Bulls è pronto a lasciarsi alle spalle un anno da incubo per riconquistare Chicago e la NBA: ovviamente nessuno si aspetta che torni subito a giocare sui livelli altissimi pre-infortunio, in quanto è un giocatore che ha bisogno di riprendere fiducia nei suoi mezzi, in modo da dimenticarsi definitivamente il problema fisico. L’obiettivo dei Bulls sarà sicuramente quello di mettergli poca pressione sulle spalle e di reinserirlo gradualmente cercando di ridurre al minimo i rischi, in modo da averlo al top della forma per i playoffs, dove con il vero Rose potrebbero dire tranquillamente la loro per il titolo.

Il playmaker di Chicago ha disputato la sua ultima partita il 28 aprile 2012: da allora sono passati circa 15 mesi e molte cose sono cambiate nella NBA. Ad esempio, l’ultima volta che Derrick ha giocato una partita LeBron James era ancora alla ricerca del suo primo anello ed Mavericks erano i campioni in carica: adesso il Prescelto ha addirittura centrato il repeat, mentre Dallas non è riuscita a qualificarsi agli ultimi playoffs. Ma da quel 28 aprile tante altre cose sono cambiate, dato che allora:

-Pierce, Garnett e Allen giocavano nei Celtics (i primi due adesso sono a Brooklyn, il terzo ha vinto il titolo con Miami)
-Andre Iguodala era nei Sixers (è passato a Denver ed ora è approdato a Golden State)
-Dwight Howard giocava nei Magic (nella scorsa stagione nei Lakers ed ora nei Rockets)
-I Nets erano a New Jersey e non a Brooklyn
-Steve Nash era la stella dei Suns (dalla scorsa stagione gioca con i Lakers)
-Andrew Bynum era gialloviola (ha poi firmato con i Sixers, senza mai scendere in campo a causa di un infortunio)
-Jason Kidd era nei Mavericks (poi è passato ai Knicks ed al termine di questa stagione si è ritirato, diventando head coach dei Nets)
-James Harden era il terzo violino dei Thunder (adesso è il leader dei Rockets)
-Joe Johnson e Josh Smith formavano un ottimo duo ad Atlanta (il primo è a Brooklyn, il secondo ha appena firmato a Detroit)
-Brian Scalabrine faceva ancora parte dei Bulls (si è ritirato alla fine della stagione 2011-2012)