MERCATO NBA – Finalmente la deadline!

Ultimo giorno. La trade deadline finora ha regalato grandi emozioni: nonostante i nomi in gioco sembravano altri (Carmelo Anthony in primis), non si può negare che un paio di operazioni di mercato abbiano reso pirotecnico il mercato della passata settimana. La verità è che, sulla carta, il grande bersaglio di questo 23 febbraio sarebbe stato Rudy Gay, ma il suo infortunio al ginocchio lo ha tirato fuori dai giochi e non verrà scambiato. Un periodo di quiete notevole quello che è intercorso tra questa metà di febbraio e il 6 gennaio, quando i Cleveland Cavaliers misero a roster Kyle Korver. Ma quello non era uno scambio da deadline: riteniamo giusto definire tali solo quelli nelle settimane di febbraio, quella ridosso della scadenza degli scambi, quelle in cui davvero i team devono guardare in faccia la realtà e capire che cosa fare, per migliorare un roster pronto alla postseason o per provare a raggiungerla, o per provare a scalare posizioni al Draft di giugno, per cercare un futuro talento, o per liberare il cap in vista di luglio, quando la caccia grossa ai free agent sarà aperta. Anche se le carte in tavola sono cambiate con l’approdo di Serge Ibaka a Toronto e, decisamente di più, con quello di DeMarcus Cousins a New Orleans, per formare una micidiale coppia di lunghi che possa aiutare i Pelicans a tornare alla postseason. Colpi, questi, che possono aiutare non poco i canadesi a riprendersi il secondo posto ad Ovest con una buonissima macchina da area come lo è l’ex Thunder, o New Orleans per acciuffare l’ottavo posto di Denver e tornare alla postseason, la prima per i suoi due lunghi ex Kentucky.

Alle 11.45 del 23 febbraio, gli scambi ufficiali del mese di febbraio sono questi:

  • MIL riceve Roy Hibbert e Spencer Hawes, CHA riceve Miles Plumlee
  • POR riceve Jusuf Nurkic e una prima scelta al Draft 2018, DEN riceve Mason Plumlee e una seconda scelta
  • CHA riceve Chris Andersen (poi tagliato), CLE riceve una seconda scelta
  • TOR riceve Serge Ibaka, ORL riceve Terrence Ross e una prima scelta al Draft 2017
  • SAC riceve Buddy Hield, Langston Galloway, Tyreke Evans, una prima scelta in top 3 e una seconda scelta, NOP riceve DeMarcus Cousins e Omri Casspi
  • HOU riceve Lou Williams, LAL riceve Corey Brewer e una prima scelta al Draft 2017
  • WAS riceve Bojan Bogdanovic e Chris McCullogh, BKN riceve Andrew Nicholson, Marcus Thornton (poi tagliato) e una prima scelta al Draft 2017
  • PHI riceve Thiago Splitter e due seconde scelte, ATL riceve Ersan Ilyasova

Con i Cavaliers in perenne ricerca di un playmaker e i Boston Celtics che sono dotati (a detta di alcuni siti) dei migliori assett per fare il colpo grosso, con Carmelo Anthony che ancora non si è sbloccato e Danilo Gallinari pronto a lasciare il Colorado, ci prepariamo, come ogni anno, ad affrontare le ultime intense ore di mercato NBA con un occhio di attenzione in più. Una tendenza contraria a quella degli ultimi anni, anni di magra rispetto a quelli dei tempi delle grandi trade (Gasol ai Lakers e Shaq a Phoenix nel 2008, Tracy McGrady a New York nel 2010) sembrano finiti anche a causa del nuovo contratto collettivo e dei faraonici accordi che vengono firmati, non sembra impossibile vedere ancora qualche movimento, seppur piccolo. L’anno scorso ha deluso. Vediamo cosa può succedere questa volta, anche se come detto qualche anticipo interessante c’è stato.

I rumors alle 11.45 del 23 febbraio vedono i seguenti protagonisti:

  • Paul George: incredibile ma vero. Pare che nel 2018 l’ala dei Pacers, nativa di Los Angeles, sia fortemente tentata di giocare con la maglia dei Lakers. E Magic Johnson non sembra aver perso tempo, chiedendo subito informazioni a suo riguardo. Tuttavia, sembra più facile per il giocatore accasarsi alla corte di Luke Walton solo nel 2018, quando scadrà il suo contratto e diventerà free agent.
  • Jahlil Okafor: le pretendenti iniziali dovevano essere Portland e Pelicans, squadre queste sistemate con gli arrivi di Nurkic e Cousins. In ogni caso, il nativo di Chicago potrebbe giocare a casa (per i Bulls): i contatti tra i Sixers e il team di Fred Hoiberg sono ancora intensi, con Chicago che vorrebbe inserire nella trade Nikola Mirotic.
  • Derrick Rose: a proposito di nativi di Chicago e di ex Bulls, sembra che Tom Thibodeau voglia il suo pupillo ai Timberwolves, per fare da chioccia a Kris Dunn, ritenuto la guardia del futuro di Minnie. Si parlava ieri di uno scambio diretto Rubio – Rose (con un interesse forte di NYK per Nemanja Bjelica), mentre sempre i Knicks vorrebbero scaricare Kyle O’Quinn per una prima scelta.
  • Cleveland Cavaliers: il play tanto ambito sembrava Shelvin Mack degli Utah Jazz, e la contropartita sembra essere Jordan McRae. Ma Utah ha rifiutato. Si è provato anche l’assalto a Patrick Beverly degli Houston Rockets (interessati, tra l’altro, a Iman Shumpert), ma i Rockets hanno dichiarato intoccabile il loro play.
  • Deron Williams: certi amori rimangono / un’emozione per sempre. Gli Utah Jazz sarebbero pronti a riaccogliere il loro figliol prodigo e avrebbero cercato di lavorare con i Mavericks per una trade. Discussioni arenate.
  • Los Angeles Lakers: hanno ceduto Lou Williams e sembrano non volersi fermare. Infatti, Magic sembra voglioso di cedere Nick Young. La controparte? Una seconda scelta.
  • Wilson Chandler: dopo l’arrivo di Lou Williams ai Rockets, l’interesse di Houston per lui sembra ridotto, così come sembra uscita dal giro Oklahoma City, che lo cercava come sostegno a Westbrook. Unica alternativa sembrano i Clippers, ma ancora non si sa cosa possa succedere. In ogni caso, Chandler ha chiesto di essere ceduto.

Partiamo, da qui, con tutti gli aggiornamenti in tempo reale sul mercato NBA. Rumors, curiosità, affari ufficiali. Buon divertimento!

 

ECCO GLI AFFARI UFFICIALI DELLA DEADLINE 2017

PHX riceve Mike Scott, ATL riceve cash considerations.

TOR riceve PJ Tucker, PHX riceve Jared Sullinger e due scelte al secondo giro.

LAL riceve Tyler Ennis, HOU riceve Marcelo Huertas (poi tagliato).

DEN riceve Roy Hibbert, MIL riceve una seconda scelta protetta.

CHI riceve Cameron Payne, Jeoffrey Lauvergne e Anthony Morrow; OKC riceve Taj Gibson, Doug McDermott e una scelta al Draft 2018.

BKN riceve KJ McDaniels da HOU.

DAL riceve Nerlens Noel, PHI riceve Justin Anderson, Andrew Bogut e una prima scelta protetta.

 

Ricordiamo che la prossima e ultima data di mercato sarà l’1 marzo, la deadline dei free agent: tutti i giocatori che verranno svincolati troveranno casa in un team da playoff. Facile vedere tra i protagonisti Andrew Bogut, Deron Williams (che potrebbe lasciare Dallas) e soprattutto Chris Bosh, che a causa dei problemi di salute verrebbe svincolato dopo l’1 marzo (così da non proseguire a pagargli il salario) e, facilmente, potrebbe appendere la canotta al chiodo. Per adesso, si chiude quindi il mercato NBA, partito scoppiettante con la passata settimana e via via, nonostante i nomi, calando di interesse. Tuttavia, rispetto all’anno scorso, tanti movimenti sono stati mirati a rafforzare i team in corsa playoff. Movimenti con nomi “piccoli” ma certamente intelligenti in un’ottica playoff o, nel caso dei Mavericks, in un’ottica di futuro, quando verosimilmente Nerlens Noel sarà chiamato a prendere il posto in quintetto di Dirk Nowitzki.

 

qui di seguito, la cronologia dell’intera giornata di mercato.

21.04: come volevasi dimostrare, Knicks e Timberwolves hanno rinunciato all’affare Rose – Rubio. A gettare la spugna è stata Minnie.

21.01: UFFICIALE. PJ Tucker a Toronto. La controparte è formata da Jared Sullinger e due scelte al secondo giro.

21.00: CHIUSURA DI TUTTE LE TRATTATIVE. Aspettiamo per verificare che altre trade possano venire ufficializzate.

20.57. UFFICIALE. Mike Scott ceduto ai Suns, con Atlanta che avrà cash considerations.

20.51. UFFICIALE. Ancora un affare tra Lakers e Rockets. A Los Angeles andrà Tyler Ennis, a Houston Marcelo Huertas (poi tagliato).

20.47: Paul George non verrà mosso dai Pacers. Si chiude ogni speranza di mercato per i Celtics?

20.47. UFFICIALE. I Milwaukee Bucks mandano Roy Hibbert a Denver. Ai Bucks andrà una seconda scelta protetta.

20.45. UFFICIALE. Bulls e Thunder hanno raggiunto un accordo per mandare Cameron Payne a Chicago, con Taj Gibson e Doug McDermott alla corte di Russell Westbrook. A Chicago andranno anche Jeoffrey Lauvergne e Anthony Morrow, ai Thunder si aggiunge una scelta al Draft 2018.

20.42. Trattative in stallo, al momento, per portare Derrick Rose in Minnesota. Nel frattempo, oltre ai Cavs anche Spurs e Rockets si mostrano interessate a Bogut.

20.32. Paul George ha comunicato che se Indiana non competerà per il titolo, nel 2018 punterà molto probabilmente a firmare per i Lakers.

20.30. UFFICIALE. Gli Houston Rockets cedono KJ McDaniels ai Brooklyn Nets.

20.13: offerta Monster dei Nuggets per Paul George fatta in giornata, ma Indiana non sembrava interessata.

20.05: OKC e Chicago trattano McDermott/Gibson ai Thunder, con i Bulls interessati a Cameron Payne.

19.51: Danilo Gallinari regolarmente allo shootaround di Denver a Sacramento, per la partita contro i Kings.

19.42: gli Hawks tirano Paul Millsap fuori dal mercato, idem fanno i Bulls con Jimmy Butler. Ufficialmente.

19.38: Andre Roberson esce dall’ufficio di Sam Presti e inizia ad abbracciare compagni ai Thunder e amici…

Con la sola trade di Noel avvenuta da questa notta a questa parte, la deadline è rimasta abbastanza ferma. Ma come dice John Wall: “Aspettiamoci grosse, grosse, grosse trade all’ultimo minuto.”

19.32: Mercato Free Agent. Jarrett Jack farà un provino con i New Orleans Pelicans.

19.18: i Pacers sembra stiano imbastendo delle trade per liberare posti a roster. La paura di molti GM è che sia stato trovato l’accordo con i Celtics per Paul George.

19.15: Bogut e i Sixers trattano la rescissione.

Joel Embiid saluta Nerlens Noel.

18.35: dalla trade appena compiuta, i Mavericks hanno guadagnato due trade exception da 6.6 e 1.5 milioni di dollari.

18.23: Jahlil Okafor, corteggiato dai Bulls, resterà a Philadelphia dopo la scelta di cedere Noel.

18.16: Danilo Gallinari a Boston? Il prezzo è una prima scelta ai Nuggets. Ora non resta che valutare se Paul George o Danilo.

17.57: Bogut e Phila dovrebbero separarsi, o per trade o per buyout. In caso di buyout, i Cavs sarebbero pronti a firmarlo.

17.48. UFFICIALE. I Philadelphia 76ers mandano Nerlens Noel a Dallas, in cambio di Justin Anderson, Andrew Bogut e di una prima scelta protetta. I Mavericks inseguivano Noel da tempo e pianificano già l’estensione contrattuale.

17:43: COLPO DI SCENA. I Philadelphia 76ers sono in trattative avanzate con i Dallas Mavericks per portare Nerlens Noel in Texas. Intanto i Celtics hanno acconsentito a parlare con i Pacers riguardo alla loro prima scelta del 2017 per portare Paul George a Beantown.

17:38: Celtics e Pacers hanno parlato per Paul George, ma la trattativa si è arenata in assenza della prima scelta dei verdi. Inoltre, la posizione di George sull’argomento è stata chiara. O i Lakers o i Pacers.

17.35: i Suns vorrebbero scaricare Brandon Knight. Il prezzo è un contratto in scadenza, assieme a una scelta alta al secondo giro.

17.24: I Timberwolves vogliono scaricare Shabazz Muhammad per una prima scelta. Non importa se sia all’interno dell’affare Rubio o meno.

17.18: Portland sta cercando di scaricare il contratto di Festus Ezeli.

17.09: OKC sembra interessata, oltre a Taj Gibson, anche a Doug McDermott.

17.07: sembra che i Kings vogliano muovere Arron Afflalo. Hanno pure annullato lo shoot around mattutino in attesa della chiusura del mercato.

16.54: Paul George ha informato che non firmerà accordi di lungo termine con nessun team, eccetto che con i Pacers o con i Lakers.

16.34: i Detroit Pistons stanno selvaggiamente svendendo Reggie Jackson. Il prezzo? Una prima scelta, un giovane e un contratto in scandenza.

16.29: oltre a PJ Tucker, i Raptors avrebbero messo nel mirino anche Wilson Chandler. Ma il prezzo dei Nuggets è sempre lo stesso: una prima scelta.

ecco come potrebbe apparire lo scambio Rose – Rubio.

16.21: dettagli sull’affare Timberwolves – Knicks. Se il piatto forte sarebbe Rose-Rubio, i Knicks vorrebbero un’altra aggiunta a roster. L’interesse era rivolto a Nemanja Bjelica, ma Minnie vorrebbe inserire nell’affare Shabazz Muhammad. Nel contempo, Thibodeau rivolge l’affare Rubio ad altri team, non solo ai Knicks.

ecco come apparirebbe lo scambio che potrebbe portare PJ Tucker a Toronto. In aggiunta, la prima scelta al Draft 2018 che andrebbe in Arizona.

15.35: i Pelicans, dopo l’arrivo di Cousins, vorrebbero liberare spazio nel cap. Messi sul mercato Ajinca e l’eterno infortunato Quincy Pondexter.

15.31: Phoenix, ricordiamo, ha messo sul mercato Brandon Knight e Tyson Chandler al fine di risalire posizioni al Draft. Anche PJ Tucker è sul mercato, e Toronto, che si appresta a cercare uno swingman, è pronta ad offrire la sua prima scelta al Draft 2018 e il contratto in scadenza di Jared Sullinger.

15.24: stando a The Vertical, Ricky Rubio rimane un consistente obiettivo dei Knicks

15.21: i Bulls hanno messo sul mercato, oltre a Mirotic e Gibson, anche Doug McDermott.

15.20: ad ora, con tutti gli affari ufficializzati, sono stati mossi 21 giocatori, di cui due tagliati (Andersen da Charlotte e Thornton da Brooklyn, ndr), per un totale di 293.868.564$ di contratti, complessivamente.

14.41: Marc Stein di ESPN rafforza il concetto delle ultime ore. Se Jahlil Okafor lascerà i Sixers, la destinazione più idonea sarebbe Chicago. Inoltre, Ricky Rubio ha tolto ogni riferimento ai Timberwolves su Twitter e ha iniziato a seguire Kristaps Porzingis. Dopo le emoji delle 12.13, diventa sempre più forte la presenza di giocatori su Twitter nei rumors di mercato, anche se possono essere tweet pour parlée15.01: Anche se sembra aver abbandonato la pista per Wilson Chandler, non significa che Oklahoma City voglia restare con le mani in mano. Secondo Marc Stein di ESPN, infatti, Taj Gibson, già in uscita dai Bulls, sembra essere un target per Westbrook e soci.

12.13: Isaiah Thomas ha twittato due occhi sbarrati, qualche giorno fa. Seguiti da una clessidra. Andre Drummond ha ritwittato e CJ McCollum ha twittato una tazza di caffè. Diciamo che verrà ricordato, anche, come il mercato delle emoji

12.04: Sembra che i Brooklyn Nets abbiano tolto Brook Lopez dal mercato. Il prezzo richiesto era di una prima e di una seconda scelta, e sembrava insistente l’interesse degli Indiana Pacers.