NBA News & Mercato

Mercato NBA – Tutti gli accordi e i rumors del sesto giorno

SPURS PADRONI DELLA FREE AGENCY – “A questo punto della mia carriera, l’unica cosa che mi interessa è vincere. Non mi basta più lottare per i playoffs, voglio avere una chance concreta di giocare le Finals”. Alle parole David West ha fatto seguire i fatti, dato che la scelta della sua prossima squadra è inequivocabile: dopo aver rinunciato ai 12 milioni che avrebbe guadagnato con i Pacers, ha raggiunto un accordo con gli Spurs per un contratto annuale dal valore di 1.4 milioni. Dopo LaMarcus Aldridge, i neroargento si sono assicurati un ottimo giocatore da rotazione nel frontcourt, che comprende anche Tim Duncan e Boris Diaw. E non è finita qui, perché nella giornata di ieri Manu Ginobili ha annunciato che continuerà a giocare ancora un anno: a 37 anni è ormai in forte declino, ma la sua esperienza, la sua leadership e la sua classe sicuramente torneranno ancora utili agli Spurs. Parker-Mills-Ginobili-Green-Leonard-Diaw-West-Aldridge-Duncan: si è visto di peggio…

GASOL, NESSUNA SORPRESA – In teoria sarebbe uno dei free agent più importanti di questa estate, ma in pratica Marc Gasol free agent non lo è mai davvero stato, dato che aveva già messo in chiaro che avrebbe parlato solo con i Grizzlies. Ieri l’accordo è stato raggiunto a tutti gli effetti: il 30enne spagnolo guadagnerà 110 milioni nei prossimi 5 anni, con l’opzione di uscire dal contratto dopo la quarta stagione. Con il ritorno di Gasol e la firma di Brandan Wright, Memphis adesso può solo imbastire trade o offrire il minimo salariale per aggiungere al roster un tiratore, di cui ci sarebbe grande bisogno.

SAN ANTONIO CHIAMA, CLEVELAND RISPONDE – Grande duello anche in questa free agency tra le due squadre più quotate delle rispettive conference. I Cavaliers hanno realizzato un’aggiunta molto importante: si tratta di Mo Williams (a mio parere ben altro giocatore rispetto ad un incompiuto come Iman Shumpert, a cui verranno regalati 40 milioni nei prossimi 4 anni), che firmerà un biennale dal valore complessivo di 4.3 milioni. Inoltre, i Cavs sembrano intenzionati a confermare anche Matthew Dellavedova e vorrebbero rinforzare ulteriormente il loro backcourt: JR Smith non dovrebbe essere rifirmato, interessa via trade Jamal Crawford, che costerebbe meno di Joe Johnson.

ALTRI ACCORDI E RUMORS – Come previsto, J.J. Barea continuerà ad essere un giocatore dei Mavericks: per lui la franchigia texana utilizzerà la mid-level exception, facendogli firmare un biennale da 5.6 milioni. Nel frattempo, i Jazz hanno confermato Joe Ingles per altri due anni (4.5 milioni), mentre i Warriors hanno prolungato di un anno l’accordo con Leandro Barbosa (2.5 milioni). Attenzione a Carlos Boozer, che nelle prossime ore potrebbe essere conteso da diverse franchigie, bisognose ancora di aggiungere un lungo nella rotazione: hanno già espresso interesse per lui Clippers, Mavericks e Raptors.