Miami, cosa succede? Addio Big Three, e se James e Bosh tornassero a casa?

Sono passate solo due settimane dalla fine dalla stagione e soprattutto per i Miami Heat dalle Finals NBA, che sono state perse contro i San Antonio Spurs, in una serie che ha avuto ben poco di combattuto. All’interno della squadra sta accadendo una vera e propria rivoluzione: i “Big Three” si sono dissolti, con Dwyane Wade, Chris Bosh e soprattutto LeBron James che sono usciti dal contratto. A loro tre si è aggiunto anche Udonis Haslem, bandiera della franchigia della Florida, dato che vi ha militato per ben 11 anni.

In molti si aspettavano la rifirma dei vari giocatori a stipendi più bassi, per dare la possibilità alla dirigenza di rinforzare il roster, ma Lebron James, secondo quello che scrivono i media USA, pare abbia chiesto il massimo salariale e di conseguenza pare molto vicino l’addio definitivo. Sul dove possa andare per il momento è un mistero, visto che ci sono molte squadre che potenzialmente se lo possono portare a casa: ovviamente l’ipotesi più suggestiva sarebbe quella del suo ritorno a Cleveland.

Potrebbe esserci un clamoroso ritorno anche per Chris Bosh: non a caso in questi giorni i Raptors sono alla ricerca di un’ala grande per rimpiazzare Hansbrough. Wade ed Haslem molto probabilmente firmeranno per i Miami Heat. Se la situazione dovrebbe essere questa, ovvero, Miami ritorna nelle mani di Wade, come verrebbe costruita la squadra? Molto probabilmente verrà fatto un tentativo importante con Carmelo Anthony, non più per formare i “Big Four”, bensì proprio per sostituire LeBron James. Inoltre, gli Heat andranno alla caccia di un playmaker, visto che Chalmers e Cole non hanno dato sicurezza, ripartendo da un buon giocatore: si parla di Kyle Lowry, con in panchina Shabazz Napier pronto ad entrare.

Per Wade si potrebbe prospettare un futuro alla Ginobili: potrebbe essere in quintetto con pochi minuti o sfruttato come sesto uomo, ma fatto sta che Miami deve cercare assolutamente una guardia giovane per poter far rifiatare anche Allen durante la regular season. A livello di ali, come abbiamo detto potrebbero provarci con Anthony, mentre sotto canestro potrebbero tentare per Kevin Love, suggestione che dipenderà dai piani della società. Nel ruolo di centro, invece, sarà dura trovare un elemento valido, visto quelli di ottima qualità hanno stipendi elevati. Queste sono solo congetture, in questa off-season potrebbe accadere veramente di tutto.