News & Mercato

NBA Free Agency 2015 – Le 10 migliori point guard libere sul mercato (prima parte)

mo williams

Dal primo luglio aprirà ufficialmente la NBA Free Agency 2015. Andiamo a dare uno sguardo alle dieci migliori point guard che saranno disponibili sul mercato in questa estate.

10 – JOSE JUAN BAREA, UNRESTRICTED FREE AGENT
Nell’ultima stagione a Dallas ha dimostrato di poter essere ancora una validissima alternativa dalla panchina, con i suoi 7.5 punti e 3.4 assist di media. Tra l’altro con i Mavs ha fatto registrare il miglior PER (15.1) della sua carriera: è ideale per le squadre che hanno bisogno di un giocatore che sia in grado di entrare e di portare subito tanta energia sul parquet. Inoltre, Barea è un giocatore che, quando riesce ad avere un buon impatto sull’incontro, può rivelarsi una chiave importante.

9 – BENO UDRIH, TEAM OPTION
Ha un contratto dal valore di 2.2 milioni di dollari per la prossima stagione, ma non è garantito, quindi non è da escludere che finisca sul mercato dei free agent. A Memphis ha fatto cose egregie come riserva di Mike Conley (7.7 punti e 2.8 assist di media) e di sicuro non mancherebbero squadre bisognose di un solido playmaker di riserva.

8 – AARON BROOKS, UNRESTRICTED FREE AGENT
Ha cambiato quattro squadre nelle ultime due stagioni, ma ha sempre risposto presente dal punto di vista realizzativo quando c’è stato bisogno del suo contributo. Nella scorsa annata ha reso su buoni livelli e anche con una certa continuità, portando alla causa dei Bulls 11.6 punti e 3.2 assist di media (numeri che, proiettati sui 36 minuti, salgono addirittura a 18.2 e 5.0): non dovrebbe avere difficoltà a trovare una collocazione, e forse meriterebbe di ritagliarsi un ruolo più importante di quello che ha avuto di recente.

7 – MO WILLIAMS, UNRESTRICTED FREE AGENT
Finito a Charlotte a metà stagione, con gli Hornets ha realizzato cose pregevoli, tanto da risultare il trascinatore in certi frangenti: in 27 partite ha viaggiato con 17.2 punti e 6 assist e ha segnato con continuità da oltre l’arco (2.2 triple ad allacciata di scarpe), nonostante abbia giocato solo 30 minuti di media. A 32 anni, Mo avrà sicuramente molte richieste sul tavolo. E attenzione, perché le sue ottime prestazioni sono state notate anche da LeBron James, che vorrebbe portarlo a Cleveland (di nuovo, dato che i due hanno già giocato insieme in Ohio).

6 – JEREMY LIN, UNRESTRICTED FREE AGENT
11.2 punti e 4.6 assist: queste sono state le cifre stagionali di Jeremy Lin, che però non sono semplici da leggere, visto il contesto fortemente perdente dei Lakers 2014-15. Anche se è ormai considerato una delusione, perché non è più riuscito a rendere sugli alti livelli del periodo della “Linsanity” newyorkese, il prodotto di Harvard è comunque una point guard più che discreta e che potrà essere firmata a cifre decisamente più ragionevoli di quelle che i Rockets gli hanno accordato qualche anno fa. Lin non sarà mai un All-Star, ma può tranquillamente ricoprire il ruolo di playmaker di riserva in squadre competitive. E tra l’altro è uno che difficilmente incorre in problemi fisici (ha giocato 227 partite su 246 negli ultimi tre anni), aspetto comunque da tenere in conto.

TO BE CONTINUED…