News & Mercato

NBA Free Agency 2015 – Le 10 migliori point guard libere sul mercato (seconda parte)

playmaker

LEGGI LA PRIMA PARTE

5 – PATRICK BEVERLEY, RESTRICTED FREE AGENT
La sua assenza nei playoffs è stato un duro colpo per i Rockets, che a partire dal 30 marzo hanno perso un giocatore che portava in dote non solo 10.1 punti, 3.4 assist e 4.2 rimbalzi di media, ma anche e soprattutto una tenacia e aggressività difensiva fondamentale. Considerando che il lungo infortunio ha fatto calare le sue quotazioni, potrebbe essere uno dei migliori affari di quest’estate.

4 – REGGIE JACKSON, RESTRICTED FREE AGENT
I Pistons dovrebbero rifirmarlo, dato che le sue risposte sono state ottime nell’ultimo frangente di stagione, in cui ha dimostrato di poter essere una point guard titolare nella NBA. Anzi, ha fatto anche meglio, dato che dopo l’All-Star Weekend è stato solo uno dei quattro giocatori a riuscire a viaggiare almeno a 17 punti e 9 assist di media: gli altri tre sono stati Chris Paul, Russell Westbrook e John Wall, tutti playmaker d’elite. La sua permanenza a Detroit potrebbe essere messa in discussione solo da un’offerta “indecente”, che nella Motor City non sarebbero disposti a pareggiare.

3 – RAJON RONDO, UNRESTRICTED FREE AGENT
Con lui Dallas doveva diventare una delle più serie pretendenti al titolo, e invece la sua firma si è rivelato un boomerang, dato che i Mavericks non sono riusciti a trovare la quadratura del cerchio. Ovviamente nessuna delle due parti desidera continuare l’esperimento, che è stato decisamente fallimentare, e così Rondo sarà uno dei prezzi pregiati di questa free agency, nonostante il suo nome non abbia più l’elevato valore di un tempo (detto in altre parole, di sicuro Rajon non strapperà un contratto al massimo salariale o poco giù di lì). Kobe Bryant ha da sempre un debole per lui e un futuro a Los Angeles potrebbe intrigare molto il giocatore stesso, ma al momento non sono da escludere altre destinazioni.

2 – BRANDON KNIGHT, RESTRICTED FREE AGENT
Quando si parla dei Suns, mai dare per certo il futuro di un membro del loro roster. L’intenzione sembra essere quella di trattenere Knight a Phoenix, ma sono tante le franchigie interessate a questo 23enne che nella scorsa stagione ha iniziato a mostrare parte del suo potenziale, che potrebbe portarlo presto ad essere considerato un giocatore da All-Star. Nell’ultima annata ha viaggiato con 17.0 punti, 5.2 assist e 3.9 rimbalzi di media: vedremo Phoenix fino a che cifre sarà disposta a trattenerlo.

1 – GORAN DRAGIC, UNRESTRICTED FREE AGENT
Lo sloveno è ormai una point guard affermata e nessuno all’interno della NBA ha dubbi sul suo valore. Gli Heat ovviamente sarebbero molto contenti se restasse, e Dragic sembra essere dello stesso avviso, anche perché da Miami potrebbero presentargli sul tavolo un’offerta al massimo salariale. Ma non è da escludere che Dragic possa preferire firmare un contratto di soli due anni, con la possibilità di liberarsi nel 2016, in modo poi da poter strapparne uno ancora più redditizio nella prossima estate, quando si verificherà l’aumento del salary cap.